Conto alla rovescia per il Gran Premio di MotoGP a Brno. Nella tradizionale conferenza stampa del giovedì il primo a prendere la parola è il leader del Mondiale Valentino Rossi. Il Dottore su questo tracciato vanta 7 successi (come Max Biaggi) si presenta con 9 punti di vantaggio in classifica sul suo compagno di squadra Jorge Lorenzo: “E’ un altro genere di pista rispetto a Indy, ha un altro disegno, è uno dei tracciati più belli con un sacco di storia e una grande atmosfera. Negli ultimi anni abbiamo accusato qualche problema di grip, quindi devi guidare alla perfezione per tenere un buon ritmo. Ma siamo pronti per domani, vogliamo partire forte perchè tutti qui sono molto agguerriti. A Indy eravamo un po’ in difficoltà perchè non siamo riusciti a trovare subito il giusto setup. Abbiamo sofferto in qualifica e siamo partiti troppo indietro. Dobbiamo migliorare nelle Q2 altrimenti Jorge e gli altri scapperanno e sarà dura recuperare. Ho dei gran bei ricordi qui: feci la mia prima pole e ottenni la mia prima vittoria, subito dopo il primo podio della gara precedente in Austria”.

Dopo esser tornato sul podio a Indy, Lorenzo ha ormai nel mirino Rossi e dal 2009 in Repubblica Ceca non arriva mai alle sue spalle al traguardo: “Questa è una pista teoricamente e storicamente adatta al mio stile. Ma, come si sa, non si può mai dire fino a venerdì mattina: sono impaziente che arrivino le FP1 per vedere dove siamo. Bisogna partire col piede giusto sin dal primo turno di prove libere domani. Qui ho sempre fatto delle belle gare negli ultimi anni, specie contro Dani e Marc. Voglio cercare di stare con loro e soprattutto dare il massimo negli ultimi giri. Se avessi forzato di più, magari adesso sarei potuto esser in testa alla classifica, ma questo si sta rivelando un campionato tiratissimo”.

L’uomo più atteso è Marc Marquez. Il campione del mondo in carica sta mettendo in atto una gran rimonta ed è determinato a cancellare l’infelice prova dello scorso anno che mise fine alla sua striscia positiva di 10 vittorie consecutive: “L’anno scorso sono arrivato qui in una diversa situazione e posizione in classifica, ma adesso sono reduce da alcune buone gare. Abbiamo avuto qualche problema ma li abbiamo risolti e acquistato fiducia. Non voglio pensare a quanti punti mi dividono da Valentino perchè sono veramente tanti: io mi concentro solo a battere i miei rivali, è questa la mentalità vincente con cui affrontare le gare”.

Chiamato al riscatto Andrea Dovizioso che è salito sul podio in ogni classe a Brno e spera di risalirvi con la Ducati dopo la bella rimonta di cui si è reso autore al Brickyard: “Nelle ultime gare non abbiamo raccolto quel potevamo ottenere. Le ragioni sono le più diverse: errori, rotture, sfortune…come la partenza di Indy in cui in un attimo ho perso tante posizioni. Ma credo che qui possiamo ridurre il gap; magari non siamo da podio, ma possiamo giocarcela. Attualmente i primi 4 piloti fanno la differenza, andando a trovare il limite e alzando l’asticella del livello. Noi restiamo concentrati e sappiamo che ci aspetta un duro lavoro”.