Doopo lo spettacolo di Indianapolis, domenica torna la MotoGP a Brno. L’uomo da battere sarà ancora Marc Marquez che cercherà di ridurre il distacco di 56 punti dal leader del Mondiale, Valentino Rossi. La pista in Repubblica Ceca sulla carta è favorevole alla Yamaha ma la Honda è tornata ai livelli dello scorso anno e con il telaio 2014 il campione del mondo ha trovato la risposta ai propri problemi: “A Indianapolis è stata una gara dura ma sono contento di avere conquistato la seconda vittoria consecutiva - ricorda il 22enne di Cervera - Sono riuscito a festeggiare questo successo domenica e ora sono già sulla strada per Brno per la prossima gara. Non è una delle mie piste preferite e ho avuto risultati altalenanti in passato, ma arrivo con un buono slancio e lavorerò sodo per essere pronto per una battaglia”.

Sul circuito ceco MM93 ha già vinto in MotoGP nel 2013 mentre lo scorso anno si è interrotto proprio qui il filotto del campeon dopo dieci vittorie consecutive. A mettergli i bastoni tra le ruote il suo compagno Dani Pedrosa che ha vinto proprio a Brno la sua unica gara della stagione. Il veterano della MotoGP vanta una tradizione positiva su questa pista con 10 podi in carriera. Domenica ha ceduto il passo a Rossi ma vendendo cara la pelle: “Anche se a Indianalpolis il risultato non è stato quello che avrei voluto, ho imparato alcune cose e mi sono divertito nella lotta con Valentino – ha spiegato Dani -. Mi sono sentito più a mio agio in moto e ora tocca a Brno, dove ho vinto nel 2014. E’ una pista che mi piace molto e ho sempre avuto buone sensazioni. L’atmosfera è speciale e spero di ripetere la prestazione dello scorso anno. Speriamo che il tempo sia bello per potere lavorare a pieno ritmo dal primo turno di libere”. Valentino Rossi, invece, non fa bottino pieno a Brno dal 2009.