La Ducati torna dal GP della Repubblica Ceca senza podio ma con due discrete prestazioni. A Brno Andrea Iannone ha ottenuto il quarto posto finale, nonostante un problema che ha limitato le prestazioni della sua Desmosedici GP15: “Dobbiamo essere comunque ottimisti perché credo di aver fatto il massimo. Era una gara in cui avrei potuto lottare per il podio e quindi dobbiamo capire bene cosa è successo, visto che il mio motore non spingeva forte come durante il resto del weekend. Nei rettilinei perdevo davvero tanto e quindi sono stato costretto a recuperare forzando in frenata. In ogni caso sono contento di avere ottenuto questo risultato nonostante il problema, perché significa che abbiamo raggiunto un ottimo set-up sulla mia GP15. Insieme alla squadra siamo stati capaci di migliorare la moto sessione dopo sessione e abbiamo fatto un lavoro incredibile. Finalmente siamo tornati ad essere competitivi e questo ci dà una grande motivazione per le prossime gare”.

Andrea Dovizioso si è classificato al sesto posto, dopo aver mantenuto la quinta posizione fino all’ultimo giro, prima di essere scavalcato da un Dani Pedrosa in rimonta. Al via il Dovi è riuscito a scattare bene ed è transitato in terza posizione sul traguardo al termine del primo giro. Poi Iannone, Valentino Rossi e Pedrosa lo hanno sopravanzato: “Sono abbastanza soddisfatto di come è andata la gara perché prima del via non avevo un gran feeling con la mia GP15 ed ero anche piuttosto lontano come passo. Dobbiamo però capire come migliorare l’anteriore perché la moto non gira come vorremmo e questo è un grosso limite perché non riesco a spingere, ed è la situazione che mi è successa in gara”.

In classifica generale Iannone è sempre quarto con 142 punti, mentre Dovizioso rimane in sesta posizione con 104 punti. Ducati mantiene il terzo posto nella classifica costruttori, con 167 punti, e Luigi Dall’Igna, Direttore Generale di Ducati Corse, ha dei buoni motivi per guardare il bicchiero mezzo pieno: “Iannone ha fatto davvero una bella gara, lottando fino all’ultimo, e sono dispiaciuto del risultato finale perché ha avuto un problema al motore della sua GP15 che ne ha limitato le prestazioni in modo sensibile. Purtroppo si è verificato un inconveniente al sistema di trombette variabili e questo ha fatto perdere parecchia potenza: abbiamo calcolato che Iannone ha probabilmente perso un paio di decimi al giro, e quindi abbiamo sprecato un’ottima opportunità per stare davanti e per provare a salire sul podio. Credo comunque che l’aspetto positivo di questo weekend sia che qui a Brno abbiamo ritrovato finalmente la nostra competitività.La prossima settimana faremo un test a Misano prima di partire per Silverstone, che ci aiuterà a preparare al meglio il GP di casa e comunque rimaniamo fiduciosi per le prossime gare”.