La notizia della giornata al Montmelò è il terzo posto di Marc Marquez dopo sei pole position consecutive. Il campione del mondo, al termine del consueto spettacolare Q2, commette un piccolo errore nel suo ultimo giro lanciato e finisce sulla ghiaia fortunamente senza conseguenze. A ringraziare è il compagno di squadra Dani Pedrosa che va a conquistare la sua prima partenza al palo stagionale, fermandosi a un decimo dal suo stesso record fatto segnare lo scorso anno. Seconda piazza per Jorge Lorenzo che ottiene un’importantissima prima fila su una pista che lo ha visto trionfare tre volte nelle ultime quattro edizioni.

In quarta posizione c’è il tedesco Stefan Bradl che aveva chiuso al primo posto nelle FP3 del mattino e si conferma ancora una volta come uno dei piloti piú veloci e constanti, mettendosi dietro anche Valentino Rossi: il Dottore chiude a tre decimi dalla pole position di Pedrosa e mantiene comunque un passo interessante in ottica gara. A 18 millesimi dal nove volte iridato si trova Aleix Espargaró, dopo il primato fatto segnare nelle seconde libere, scende in sesta posizione ma continua a comandare la classifica delle categoria ‘Open’.

Al settimo posto, la prima Ducati in pista, la Desmosedici ufficiale di Andrea Dovzioso. Il forlivese, si migliora di oltre mezzo secondo rispetto al suo riferimento cronometrico della prima giornata piazzandosi davanti alla M1 satellite di Bradley Smith. Chiude la terza fila Yonny Hernandez: il colombiano del team Pramac precede il rookie Pol Espargaró e il compagno di squadra Iannone, ma soprattutto è autore della velocitá di punta piú elevata: 344,7 Km/h. La gara (QUI ORARI E PROGRAMMI TV) promette spettacolo e Leonardo.it ve la racconterà in diretta giro per giro.

LEGGI ANCHE

F1 e MotoGP 2014: il monopolio del fattore M non lascia scampo

GP Spagna: un mostruoso Marquez sfata anche il tabù Andalusia

GP delle Americhe: Marquez col brivido, Ducati a podio

Ascolti MotoGP 2014: le due ruote battono Serie A, Clasico…e F1