Le qualifiche del sabato non sono state di certo positive per Valentino Rossi che si prepara ad un’altra gara fatta di rincorsa. Davanti a tutti c’è Marquez, poi Iannone e Lorenzo. Sono quattro le posizioni che dividono i due piloti della Yamaha ma in gara è tutta un’altra cosa.

Rossi è scontento a sa benissimo che non è questo il momento di scoraggiarsi: “Non sono molto contento della mia qualifica perché non mi piace nemmeno il passo. Sono costante anche con le gomme usate, ma non abbastanza veloce: abbiamo provato tante cose, ma non mi hanno fatto fare lo step sperato e quindi siamo arrivati alla qualifica in difficoltà, ci abbiamo messo tutto quello che potevamo, ma non è bastato. Adesso dobbiamo ragionare per la gara perché sarà abbastanza difficile”.

Il campione di Tavullia continua parlando delle curve e delle gomme: “Ho un po’ di sottosterzo che mi dà fastidio nelle curve lunghe, quando dovrei tirare su la moto sono ancora piegato e così quando dovrei accelerare perdo tempo per evitare di sgommare troppo. Ho sperimentato tante variabili, ma non basta per andare davvero forte, mi mancano alcuni decimi e con queste gomme durissime, si fa fatica a non farle sgommare. La Bridgestone è stata molto conservativa per timore che i pneumatici si degradassero”.

La speranza secondo Rossi è di riuscire a trovare qualche novità domani nel warm up: “Sarà fondamentale trovare qualcosa perché conosciamo i problemi ma non come risolverli, quello che abbiamo tentato non ha funzionato. Partire dalla terza fila è difficile e quindi anche lo start sarà l’altro fattore fondamentale. Spero che Iannone dia più fastidio a Lorenzo che a me, comunque in tanti abbiamo un ritmo simile e quindi ci si può aspettare un po’ di tutto. Marquez è il favorito ma Lorenzo non è tagliato fuori, ha problemi come me ma riesce lo stesso a essere più veloce. La gara è diversa dalla qualifica, vedremo”.