MotoGP Austin 2017 - Sul circuito texano non è mancato lo spettacolo della MotoGP, al suo terzo appuntamento stagionale. Stavolta è toccato a Marc Marquez vincere ed è il suo primo successo stagionale, che lo rilancia in classifica generale dopo il quarto posto del Qatar e gli zero punti dell’Argentina. Il campione del mondo in carica ha dovuto lottare con Dani Pedrosa per metà gara, ma niente ha potuto “cabroncito” quando il numero 93 di Honda ha preso il largo per andare a trionfare solitariamente sotto la bandiera a scacchi. A sorridere dopo la gara è anche Valentino Rossi, che è riuscito a prendersi ancora una volta il podio, col secondo posto conquistato proprio ai danni di Daniel Pedrosa. Il pilota di Tavullia adesso è leader del mondiale anche perché l’altro atteso protagonista, Maverick Vinales, ha lasciato anzi tempo la gara, cadendo a 19 giri dalla fine.

La cronaca - Alla partenza i migliori scatti sono stati quelli dei due piloti della Honda HRC che hanno preso istantaneamente il comando, invertendosi le posizioni tra di loro. Pedrosa e Marquez hanno avuto alle loro spalle Valentino Rossi, autore di una buona partenza e l’altro pilota Yamaha Maverick Vinales, protagonista di una partenza negativa. Quest’ultimo probabilmente per la troppa foga e per la voglia di rimontare a 19 giri dalla fine è andato dritto ad una curva cadendo di conseguenza. Ritiro pesante per lui che perderà alla fine della gara la leadership del  mondiale, nonostante le due vittorie nelle prime due uscite. Valentino Rossi si è dovuto invece ben guardare da un arrembante Zarco, che provando a superare il Dottore ha mandato quest’ultimo fuori pista facendogli tagliare una curva. Rossi ha dovuto scontare una penalità di 0.3 secondi alla fine della gara. Dopo metà gara Marquez supera dopo un acceso duello Pedrosa e prenderà il largo fino alla vittoria. Valentino Rossi a tre giri dalla fine ha recuperato e superato Pedrosa, arrivando alla bandiera a scacchi con un secondo e mezzo di vantaggio, scontando la penalità senza perdere posizioni. Quarto posto per Crutchlow davanti a Zarco.

Male le Ducati - La gara degli altri piloti ha visto sicuramente come grandi protagonisti Crutchlow, nella seconda parte, e Zarco nella prima fase di gara. L’inglese giungerà quarto al traguardo, ottimo risultato dopo il podio dell’Argentina, mentre il francese si porta a casa un altro buon piazzamento con questo quinto posto. La prima delle Ducati è quella di Andrea Dovizioso, sesto alla bandiera a scacchi, ma sempre sotto ritmo e lontanissimo dalle posizioni che contano. Male ancora una volta Lorenzo, che partito sesto è terminato al nono posto, dietro a Iannone e Petrucci. Non si può ancora parlare di progressi per Lorenzo, perché la competitività è altra cosa.

Classifica Piloti - Come detto la classifica viene comandata da Valentino Rossi, anche se l’italiano non è ancora riuscito ad imporsi in una delle tre gare corse fino a qui. Il Dottore è in testa con 56 punti, davanti a Vinales fermo a 50, Marquez  a 38 e Dovizioso a 30 punti.