Chi si aspettava una replica della gara del Qatar è rimasto deluso. Ma il GP delle Americhe ad Austin ha regalato ugualmente una discreta dose di emozioni e colpi di scena (RIVIVI IL LIVE). A partire dal favorito d’obbligo Marc Marquez che, dopo la pole (QUI IL REPORT), ha confermato il pronostico con tanto di brivido finale cogliendo il secondo successo consecutivo. Il campione del mondo ha perso il controllo della sua Honda all’ultima staccata ma con un numero dei suoi è riuscito a tenerla in piedi e a precedere sul traguardo Dani Pedrosa.

Chi ha perso il controllo, non della moto ma di sè stesso, è Jorge Lorenzo che anticipa clamorosamente la partenza (guadagnandosi un ride-through) e compromette la sua gara dopo la caduta di Losail. Ma la gara di Austin sarà ricordata negli almanacchi soprattutto il ritorno sul podio, dopo un anno e otto mesi, della Ducati con lo splendido terzo posto di Andrea Dovizioso, al primo podio con la scuderia di Borgo Panigale. Un gradino su cui è rimasto a lungo l’altra Ducati, quella Pramac di uno straordinario Andrea Iannone che negli ultimi giri si è visto sorpassare da Dovi, Bradl e Smith.

Da dimenticare, invece, la gara dell’altro pilota ufficiale Ducati, Cal Crutchlow, caduto a metà gara (sospetta frattura di una mano), e di Valentino Rossi: dopo una remuntada fino al quarto posto che sembrava far pensare a una gara in stile Losail, il Dottore non è riuscito a superare Iannone e ha perso terreno in un paio di giri a causa di un (probabile) problema alla gomma anteriore. Il pesarese ha chiuso ottavo, dietro proprio a Iannone e davanti ad Aleix Espargaro e a Lorenzo. Tra due settimane si va in Argentina. Chissà se sul nuovo circuito di Rio Hondo qualcuno riuscirà a fermare lo strapotere di Marquez.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LEGGI ANCHE

Colin Edwards appende il casco al chiodo dopo 22 anni di carriera

Laureus World Sports Awards 2014: trionfo dei motori con Vettel e Marquez

Ascolti MotoGP 2014: le due ruote battono Serie A, Clasico…e F1

MotoGP Qatar 2014: Rossi “Da 10 anni non mi divertivo così”

MotoGP Qatar 2014: top e flop del Gran Premio di Losail