Lo ha tallonato per diversi giri. Poi lo ha attaccato con un sorpasso alla Casey Stoner che non ha lasciato scampo. Così Marc Marquez si è sbarazzato di Dani Pedrosa ed è andato a prendersi un successo fenomenale sulla pista di Austin, alla sua seconda gara assoluta in MotoGP. Il rookie iberico ha fatto le scarpe al suo compagno di squadra, un po’ come era successo in Qatar ma stavolta la posta in palio era più alta di un semplice terzo posto.

Le Honda non hanno rivali sul nuovo tracciato texano e confermano la supremazia dimostrata nei test e nelle qualifiche. Come al sabato, la gara della domenica conferma il monopolio HRC e la tripletta spagnola con Jorge Lorenzo terzo, che all’inizio ha illuso di poter andare a riprendere i due connazionali. Un podio comunque prezioso in chiave mondiale su una pista difficile per la casa dei tre diapason.

Buon quarto posto di Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) che si mette dietro la Honda privata di Stefan Bradl (LCR Team) mentre a deludere le attese, dopo la remuntada del Qatar, è Valentino Rossi. Alla qualifica da dimenticare segue una gara piuttosto anonima con un sesto posto a oltre 16 secondi dal vincitore. Fa specie vedere al pesarese chiudere appena davanti a Dovizioso, che ha ereditato la sua ex moto: il Dovi promette bene con la Ducati e ancora una volta si mette dietro Hayden.

LINK UTILI

Qualifiche: pole di Marquez, Rossi staccatissimo

Il ricordo di Daijiro Kato, scomparso 10 anni fa