Per una volta anche Max Biaggi e Valentino Rossi sono d’accordo. Difficile non esserlo quando l’argomento di discussione è  Marc Marquez che ha centrato un successo incredibile ad Austin polverizzando due record che duravano da 31 anni. Il Dottore rende omaggio al terribile rookie spagnolo a fine gara: “Gli faccio i miei più sinceri complimenti. E’ andato forte: vincere alla seconda gara in MotoGP significa essere un fenomeno. Sarà molto difficile battere Lorenzo, Pedrosa e Marquez ma ci proveremo”.

Gli fa eco su twitter il 6 volte Campione del Mondo senza dimenticare un riferimento a Lorenzo, primo in classifica generale appaiato al giovane connazionale: “Grande @marcmarquez93 fenomenale! Giovane forte e vincente! Sarà dura x Pedrosa. @lorenzo99 continua a portare casa punti pesanti bravo!”. Proprio Jorge Lorenzo non fa mancare i suoi complimenti al 20enne della Honda: “Congratulazioni a Marquez, il più giovane vincitore della storia, ha fatto meglio di me!”.

Mastica amaro Pedrosa che però riesce lo stesso a spendere qualche parola per il suo compagno e ipotizza la ricetta per batterlo: “Complimenti a Marquez. Sono contento per lui, perchè è un bravo ragazzo. Ha fatto tanti giri dietro di me, ho pensato di lasciarlo passare e vedere come guida, perchè non conosco il suo stile. Per due volte ha fatto così: gli piace stare dietro e studiare il rivale. Speriamo di fare una migliore strategia dalla prossima gara e stargli dietro e imparare come guida”.

Molto pacato il commento dello stesso Marquez a fine gara: “Sono contento, non ho corso in difesa, ho guidato al massimo fin dall’inizio ma a Jerez cambierà tantissimo. Questa di oggi è solo una gara. Proveremo a vincerne qualche altra, a fare dei podi ma vincere il Mondiale sarà difficile”. Difficile ma fattibile. Carlo Pernat ha detto: “Marquez è più forte di Rossi da giovane”. I numeri ce li ha tutti.

LINK UTILI: 

GP TEXAS: MARQUEZ strepitoso, Pedrosa si arrende

Le pagelle: Rossi arranca, Dovi promosso

Qualifiche: pole di Marquez, Rossi staccatissimo

Il ricordo di Daijiro Kato, scomparso 10 anni fa

Qatar: successo da ET di Lorenzo, remuntada di Valentino