MotoGP Assen 2017 - Non poteva non mancare all’appello il maltempo, la pioggia ha fatto le sue vittime illustri, come al suo solito, ma ha anche esaltato chi è uno specialista del mestiere. A spuntarla nella qualifiche della MotoGP ad Assen è stato uno che di certo non ti aspetti, Johann Zarco, che si dimostra ancora una volta un ottimo pilota, non solo sull’asciutto. Prima pole position della carriera di questo francese nella classe regina. Il pilota del team Yamaha Tech3 ha realizzato un tempo di 1’46″141, sufficiente per battere la concorrenza della Honda di Marc Marquez, arrivato a soli 65 millesimi da lui, e della Ducati del team Pramac di Danilo Petrucci, che ancora una volta si mette in mostra. Apre la seconda fila la Yamaha di Valentino Rossi, staccato di 0″564. Il Dottore si può ritenere soddisfatto, perché altri suoi avversari illustri sono incappati in una giornata molto negativa. Questi sono i piloti che completano la top ten: 5° Redding, 6° Folger, 7° Bautista, 8° Crutchlow, 9º Dovizioso e 10° Lowes.

Vinales, Lorenzo, dove siete? - Tra i piloti in lotta per il mondiale c’è anche Andrea Dovizioso, il pilota di Forlì, recente vincitore al Mugello e a Barcellona, è stato protagonista di una caduta, evento che lo ha relegato alla nona posizione della griglia di partenza, ma c’è chi ha fatto peggio dell’italiano. Stiamo parlando in primis di Maverick Vinales, il leader del mondiale scatterà infatti dall’undicesima casella, ma ancor peggio di lui ha fatto Daniel Pedrosa, che scatterà al suo fianco. Ormai non è una novità, Jorge Lorenzo sparisce dai radar ogniqualvolta si presentino poche gocce di pioggia sull’asfalto. Non ha fatto eccezione il sabato di Assen, infatti lo spagnolo della Ducati partirà solamente ventunesimo. Un risultato negativo senza precedenti per lui.