Alla vigilia della stagione lo aveva detto: “Sono più in forma che mai”. Pochi avevano creduto a Valentino Rossi che dopo il successo in rimonta in Qatar all’esordio, vince anche in Argentina sul tracciato di Termas de Rio Hondo. Il nove-volte iridato firma la seconda impresa stagionale davanti a Dovizioso e Crutchlow e al termine di una gara in rimonta che ha toccato il suo apice al penultimo giro e conclusasi con Marc Márquez a terra. Un doppio contatto con il Dottore che prima ha sbilanciato il campione del mondo che poi è caduto salutando le possibilità di scavalcare di nuovo il rivale.

MotoGP Argentina 2015, il Dottore in rimonta

Resta comunque notevole la gara del nove volte campione del mondo che, partito dall’ottava posizione, ha scavalcato tutti gli avversari rimontando oltre 4 secondi a Marquez grazie anche alla scelta della gomma posteriore, la extra-hard che nessuno dei big aveva azzardato. Il Dottore ha centrato la seconda vittoria su tre appuntamenti, la numero 84 nella classe regina e la 110 in assoluto nel Motomondiale. Forse al pilota di Tavullia porta bene l’ottava posizione in griglia visto che negli ultimi tre successi è sempre partito da quella casella.

MotoGP Argentina 2015, Dovi ancora secondo

Rossi si presenta sul podio con la maglia numero 10 di Maradona ma dietro di lui c’è un grande Andrea Dovizioso al terzo secondo posto in altrettante gare con una Ducati sempre più costante e in crescita. Solo Crutchlow, terzo con la Honda di Lucio Cecchinello, rovina la festa della rossa soffiando all’ultima curva il terzo posto ad Andrea Iannone. Quinto è Lorenzo che per il terzo GP consecutivo fallisce l’appuntamento con il podio. Dietro di lui la M1 satellite di Bradley Smith, mentre Aleix Espargarò (Suzuki Ecstar) chiude davanti al fratello minore Pol. Per il secondo GP consecutivo le Suzuki piazzano le due GSX-RR nella Top Ten, chiusa da Maverick Viñales. Costretto al ritiro con la moto in fiamme Yonny Hernandez (Pramac Racing). Con questo successo ropria leadership in classifica generale. La corsa alla decima corona continua.