Dopo la pausa di una settimana, nella quale abbiamo potuto goderci il Mondiale di SBK con la vittoria di Jonathan Rea, la MotoGP torna e scalda i motori ad Aragon. Quest’oggi i piloti hanno espresso le loro emozioni e le proprie idee sul Mondiale, ormai mancano una manciata di gran premi, siamo alla stretta finale.

Valentino Rossi spiega ai microfoni della sala stampa di Aragon il suo rammarico per l’ultima gara: ”Misano non è stata la gara che mi aspettavo. Non sono felice del mio risultato, volevo fare meglio. Per fortuna mi ha permesso di estendere e consolidare la leadership. Mancano cinque gare, sono tante e devo essere veloce. Dare il meglio ogni weekend. Quello di Aragon è un circuito difficile, ma negli ultimi anni le cose sono andate meglio. L’anno scorso, prima di cadere, ero veloce. Questo tracciato mi piace”.

Il campione di Tavullia conclude: ”Non posso rilassarmi. Lorenzo può vincere potenzialmente tutte le gare. Quindi devo essere almeno in grado di andare sempre sul podio. Questa stagione mi ricorda quelle del 2008 e 2009, con i grandi duelli sempre con lui e Stoner. Cosa cambia battere loro rispetto a Biaggi e Gibernau? Che nel passato ero io il più veloce”.

Mentre il “dottore” si gode la leadership, Jorge Lorenzo è pronto per rispondere a tono, in pista, per cercare di portarsi il più vicino possibile al nove volte campione del mondo. Attualmente il maiorchino si trova a 23 distanze da Rossi: ”Entrambe le ultime gare sono andate male, sono stato sorpreso dal mal tempo, preferisco correre sull’asciutto. La caduta di Misano è stata un mio errore. Aragon non è un circuito storicamente Yamaha, ma l’anno scorso sono riuscito comunque a vincere qui. Le prove effettuate in pista -Lorenzo si riferisce a quelle dopo il GP di Silverstone – ci serviranno per puntare alla vittoria. Non ho scelta, devo arrivare davanti a Vale, con o senza pioggia”.

Dopo i due piloti griffati Yamaha, tocca a Marc Marquez. Lo spagnolo, in sella alla sua Honda Repsol, ha stravinto l’ultima gara a Misano con una strategia impeccabile: “È stata una gara strana, con un’ottima strategia siamo riusciti a vincerla. Voglio solo finire il campionato al top, non penso al mondiale, ma voglio lottare gara dopo gara. E con due-tre risultati come quelli di Misano, non si sa mai…”

Da domani partono le libere, poi il sabato le consuete qualifiche e domenica 27 la gara alle ore 14.00.