Prima giornata di test a Jerez dominata dal maltempo che ha complicato i piani dei piloti della MotoGP. Alcuni come Aleix Espargaró e Randy de Puniet sono rimasti ai box per tutta la durata delle prove.

Temporali e vento non hanno intimorito Jorge Lorenzo che con la sua nuova Yamaha (clicca qui per tutte le foto) ha messo in piedi 39 tornate con il miglior tempo di 1’47.423. Lo spagnolo rifila un secondo ai due connazionali e rivali del team Repsol Honda, Dani Pedrosa e Marc Marquez, rispettivamente in seconda e terza posizione. La sorpresa è rappresentata da Andrea Iannone, primo degli italiani, che porta la sua Ducati a soli 4 decimi dal tempo del rivale storico Marquez. A onor di cronaca va detto che l’abruzzese su questo tracciato ha collezionato 3 giorni in più rispetto agli altri.

La buona prova della Ducati è confermato dal quinto posto del collaudatore Michele Pirro che precede Valentino Rossi: il Dottore ha realizzato 36 giri totali ma preoccupa per i due secondi netti da recuperare sul compagno di squadra nonostante l’attenuante delle condizioni meteo. Alle sue spalle Crutchlow, Bradl e Dovizioso. In CRT Yonny Hernandez è dodicesimo, a tre decimi da Ben Spies (Pramac Racing) e davanti anche ad Alvaro Bautista.