Nonostante il buon esordio a Phillip Island in cabina di commento, Max Biaggi confessa di avere ancora la testa alla SBK. Il campione del mondo in carica è rimasto nel mondo delle derivate di serie diventando ‘spalla’ tecnica ufficiale di Mediaset, che trasmette in diretta il Mondiale 2013. Ma la lontananza dalla pista gli pesa ancora: “Ho deciso di ritirarmi ma stare dall’altra parte è dura - ha detto Biaggi durante il ‘taglio del nastro’ di Motodays - In Australia non mettere tuta e casco mi è costato molto… Quando erano sulla griglia di partenza non stavo nella pelle”.

Una battuta, ovviamente, anche sulla kermesse capitolina: “Sono molto felice di essere il testimonial di questa edizione di Motodays, anche perché oltre ad essere un grande Salone per noi appassionati, si svolge nella mia città. È cresciuto molto negli ultimi anni e girare tra gli stand è davvero bello, invito tutti a fare un salto qui”.

Impossibile, per i giornalisti, non stuzzicare il pilota romano sul suo ex rivale Valentino Rossi: “Non è più giovanissimo e lottare con esordienti come Marquez non è facile. Sarà una sfida interessante”. Presenti anche i due piloti ufficiali Aprilia, Eugene Laverty e Sylvain Guintoli, che hanno conquistato una vittoria a testa nella prima gara iridata.