Il podio nella gara di apertura in Qatar, la settimana scorsa (QUI I DETTAGLI), è stato solo – si fa per dire – un piccolo infortunio. Nella seconda tappa del Mondiale motocross Tony Cairoli si riprende lo scettro di re e piazza un doppio acuto (64esimo GP vinto) che sa di avvertimento sulla sabbia della Thailandia (QUI IL CALENDARIO COMPETO). A Si-Racha, il sette volte campione del mondo (CLICCA QUI PER APPROFONDIMENTI) non era ancora al 100% della forma fisica, ma è riuscito a siglare siglato la pole al sabato con un ritmo infernale per poi prendere la testa della prima manche dopo poche curve e vincendo davanti a Desalle (Suzuki) e Van Horebeek (Yamaha).

Nella seconda manche il campione di Patti prima ha studiato gli avversari, poi è andato a prendersi il il secondo posto e nella terza parte di gara ha vinto la sterile concorrenza dei rivali. La doppietta conseguita consegna nelle mani dell’asso della KTM la tabella rossa ed un vantaggio di ben 16 lunghezze sul primo inseguitore, Max Nagl (Honda). Il Campione siciliano del team Red Bull KTM Factory Racing si aggiudica così il suo sessantaquattresimo Gran Premio: “Sono felicissimo perché questa era una gara difficile; due settimane fa non credevo di essere in grado di fare questi risultati, in Qatar ho faticato di più a causa della caviglia dolorante (fratturata agli Internazionali d’Italia, QUI LA PRIMA IMPRESA DEL 2014) e questa settimana in Thailandia è stata molto utile per recuperare ancora. Oggi la pista era più tecnica e mi sono potuto esprimere meglio”. 

Per l’Italia da segnalare anche un buon ottavo posto di Davide Guarneri (Tm) mentre è stato costretto due volte al ritiro a causa di problemi tecnici David Philippaerts (Yamaha). Il prossimo Gran Premio si corre a fine mese in Brasile, sulla pista di Beto Carrero.

Classifica Gran Premio:
1 – A.Cairoli, 2 – C.Desalle, 3- J.Van Horebeek, 4 – M.Nagl, 5 – G.Paulin.

Campionato del Mondo MXGP:
1 – A.Cairoli 92 p. 2 – M.Nagl 76p. 3- G.Paulin 75p. 4- J.Van Horebeek 72p. 5- C.Desalle 71p.