Ovunque si corra, davanti c’è sempre la KTM numero 22 di Tony Cairoli (foto sito ufficiale). Dopo il successo in Thailandia, il campionissimo di Patti si aggiudica anche il GP d’Olanda disputato sulla pista di Valkenswaard, l’usuale inferno di sabbia che quest’anno si è tramutato in un tracciato impervio a causa del gran freddo che ha compattato e resa più dura la superficie. Una pista difficile da interpretare su cui Cairoli non ha sbagliato praticamente nulla. L’asso siciliano del Motocross ha dominato la prima manche e nella seconda, complice una partenza non perfetta, ha chiuso alla piazza d’onore, quanto basta per conquistare il 56esimo successo in carriera e allungare sui diretti inseguitori in classifica iridata

”La pista oggi era difficile e non perdonava il minimo errore. Non era la solita sabbia di Walkenswaard e così nella prima manche ho corso in maniera accorta, cercando di gestire il tutto al meglio ed è andata bene. Nella seconda manche la pista era ancor più insidiosa e ho commesso alcuni errori nella parte iniziale di gara. Poi nella fase finale ero più veloce e con un buon ritmo sono riuscito ad insidiare Ken De Dycker negli ultimi passaggi. Sono contento della vittoria e del quinto successo a Valkenswaard e soprattutto arrivare a Trento da leader.”

Cairoli si presenterà ad Arco di Trento il prossimo 14 aprile con la tabella rossa e 26 punti di margine su Desalle.

GP OLANDA – VALKENSWAARD

GP: 1. Cairoli 47; 2. De Dycker 45; 3. Bobryshev 40; 4.Strjibos 34; 5. Nagl 30

Nel mondiale: 1. Cairoli 142; 2. Desalle 116; 3. De Dycker 115; 4. Paulin 108; 5 Strjibos 8

LINK UTILI

Cairoli rinnova con KTM

Il calendario completo del Mondiale MX1