Il pubblico italiano voleva una vittoria di Tony Cairoli, e il campione in carica (CLICCA QUI PER APPROFONDIMENTI) non ha tradito le aspettative riscattando il quinto posto nella prima gara italiana di Arco di Trento. Sullo storico tracciato di Maggiora, le numerose persone accorse nonostante il meteo instabile, sono state ripagate da una grande doppietta del pilota di Patti. La sessantanovesima vittoria di un Gran Premio non poteva essere più bella ed emozionante per TC222 e il Red Bull Factory Racing Team: il weekend di gara era cominciato con un secondo posto nella gara di qualifica del sabato e si è trasformato in una cavalcata straordinaria alla domenica.

Autore di due hole-shot, il fuoriclasse siciliano ha guidato la sua KTM SX350F con cautela nella prima frazione, tenendo sotto controllo gli avversari per tutta la manche. Nella seconda invece, ha impresso un ritmo forsennato sin dal primo giro, prendendo un buon margine di vantaggio da amministrare sino al traguardo. Dietro di lui Jeremy Van Horebeek, che ha chiuso alle spalle di Cairoli in entrambe le manche, senza mai riuscire però ad impensierire l’ufficiale KTM. Il terzo gradino della classifica di giornata è andato a Kevin Strijbos, che ha preceduto il compagno di squadra Desalle. Buona prova invece per David Philippaerts: il pilota-manager ha chiuso al quinto posto grazie alla medesima posizione ottenuta nella seconda manche, dove ha ben figurato nella lotta con Steven Frossard, poi con Strijbos ed infine con Desalle.

“Sono davvero felicissimo per questa vittoria qui in Italia, ci voleva proprio – ha esclamato Cairoli -. Il pubblico è stato straordinario, mi ha incitato per tutta la gara e dal podio mi sembrava quasi di essere ad un Gran Premio delle Nazioni. Le due partenze sono state buone e questo mi ha aiutato su una pista, resa migliore dalla pioggia caduta nella notte, dove sorpassare era comunque abbastanza difficile. Voglio ringraziare tutti per il grande affetto dimostratomi. Ora ci prepariamo per la Germania dove correremo la prossima settimana”.

La MX2 è stata, invece, ancora una volta terreno di conquista per Jeffrey Herlings, autore della sua sesta doppietta consecutiva. L’olandese ha preceduto sul podio il compagno di scuderia Jordi Tixier e lo svizzero Arnaud Tonus.

Classifica finale:
1-T.Cairoli 50p. 2-J.Van Horebeek 44p. 3-K.Strijbos 38p. 4-C.Desalle 32p. 5-D.Philippaerts 28p.

Classifica Mondiale MXGP:
1-A.Cairoli 443p. 2-C.Desalle 405p. 3-J.Van Horebeek 402p. 4-K.Strijbos 314p. 5-S.Frossard 217p.

LEGGI ANCHE

IL CALENDARIO COMPETO DEL MONDIALE