Alla prima uscita del Mondiale di Motocross nessuna delle due stelle riesce a brillare: Tony Cairoli chiude al terzo e al quarto posto mentre Villopoto, complice un po’ di sfortuna, arriva nono in Gara 1 e ottavo nella seconda sessione. Sul Circuito Internazionale di Losail, in Qatar, ad illuminare la serata è Nagl, in sella alla Husqvarna del Team di Kimi Raikkonen, vincitore di entrambe le manche.

GARA 1

Il campionato di Motocross parte alla grande, per spettacolo ed emozioni, infatti alla prima partenza della stagione hanno tutti il polso tirato al massimo sull’acceleratore tranne Ryan Villopoto che rimane impiantato al cancelletto per colpa della sua Kawasaki che fatica a partire. Cairoli parte bene ma Desalle, qualche giro dopo, riesce a sorpassarlo e a portarsi alle spalle di Nagl che viaggia indisturbato con la sua Husqvarna. Villopoto cerca di rimontare e lo fa in maniera spettacolare ma a metà gara perde ancora posizioni per colpa di una scivolata di troppo. Il pilota statunitense riprende in mano la sua moto e riesce a riportarla tra le prime dieci, arrivando nono. Nel finale di gara, Desalle, prova a recuperare Nagl ma alla fine deve accontentarsi del secondo posto, mentre Cairoli arriva terzo. Seguono al quarto posto Paulin e quinto Jeremy Van Horebeek mentre gli italiani, David Philippaerts (Yamaha) e Davide Guarneri (TM), chiudono, rispettivamente, in decima e tredicesima posizione.

GARA 2

Parte male il messinese Cairoli che per colpa di un contatto iniziale perde un po’ di terreno ma riesce comunque a recuperare durante i primi giri di gara. Nagl è ancora primo e non mollerà più questa posizione fino alla bandiera a scacchi. Desalle, in sella alla Suzuki, riesce a superare Gautier Paulin (Honda) e si impossessa della seconda posizione. Villopoto parte meglio ma non riesce a dare lo stesso spettacolo di Gara 1: prova abbastanza deludente per l’americano che chiude ottavo. Vince ancora Nagl, secondo Desalle, terzo Paulin e quarto Cairoli. Se c’è una cosa che le due stelle della Motocross 2015 hanno capito è che per vincere quest’anno ci vorrà tanta tenacia, una buona dose di fortuna ma soprattutto tanta tecnica.

TOP 10 MONDIALE MXGP

  1. Nagl – Husqvarna – 50
  2. Desalle – Suzuki – 44
  3. Paulin – Honda – 38
  4. Cairoli, – KTM – 38
  5. Van Horebeek, J. – Yamaha – 32
  6. Romain – Yamaha – 29
  7. Villopoto, R. – Kawasaki – 25
  8. Bobryshev, E – Honda – 25
  9. Strijbos, K. – Suzuki – 24
  10. Shaun – KTM – 21

Per quanto riguarda la Motocross femminile, Kiara Fontanesi, chiude entrambe le gare in seconda posizione, alle spalle della francese Livia Lancelot. Nella classifica generale, dietro alla Lancelot (50 punti) e alla Fontanesi (44 pounti), troviamo la Rutledge 38, la Nocera 33.

Nella MX2 Jeffrey Herlings, in sella della sua KTM, strappa una doppietta. In Gara 1 arriva secondo Dylan Ferrandis (Kawasaki) e terzo Julien Lieber (Yamaha), mentre nella seconda manche Lieber trova la seconda piazza e Aleksandr Tonkov chiude terzo.