Anche la Motocross riapre i battenti, o per meglio dire, abbassa i cancelli ed è pronta ad affrontare una nuova stagione. Si parte, per il terzo anno consecutivo, dal Circuito Internazionale di Losail, in Qatar. Ed è qui, alle porte di Doha che Tony Cairoli, otto volte Campione del Mondo, dovrà difendersi dagli avversari, su tutti Ryan Villopoto. Lo statunitense, talento assoluto arrivato dalla Supercross (ultimi quattro campionati vinti, ndr), ha cercato di migliorare la sua guida sulle piste sabbiose durante la preparazione invernale, consapevole che questo tipo di fondo rappresenta il suo punto debole e quello di forza di Cairoli.

Qualche giorno fa Casey Stoner, già Campione del Mondo di MotoGP con Ducati e Honda, ha rilasciato un’intervista al sito Speedweek, affermando: “Ryan è invincibile. In tutta la mia vita non ho mai visto un pilota di simile talento, nè in altri sport. Quello che può fare con la moto è semplicemente fenomenale. Antonio Cairoli ha avuto molto successo. Ma penso che questo sia da attribuire alla debolezza dei suoi avversari. Egli non ha collezionato i suoi successi con vittorie assolute, come ha fatto invece Villopoto. Sarà il grande successo di quest’anno.”

Come per il mondiale di MotoGP e di Superbike, anche per la Motocross si correrà una spettacolare gara in notturna che prenderà il via sabato 28 febbraio. Tre le classi mondiali impegnate, la MXGP, la MX2, con Jordi Tixier che dovrà difendere il titolo e la WMX riservata alle donne, con Kiara Fontanesi  pronta a dare battaglia per aggiudicarsi il suo quarto titolo mondiale. Pronti alla diretta su Italia 2, alle 18.00 ci sarà Gara 1, alle 20.00 MX2 e alle 21.00 Gara 2 di MX1.

GLI AVVERSARI

Pronti a gareggiare e battere il Campione del Mondo, troviamo Desalle e Strijbos in sella alla Suzuki, Van Horebeek e la Yamaha ormai fanno coppia fissa e daranno battaglia anche quest’anno. Paulin ha lasciato la Kawasaki, che lo ha sostituito con il già citato Villopoto, per andare alla Honda. E poi ci sono gli italiani: David Philippaerts, Davide Guarneri e Alessandro Lupino.