Storica doppietta italiana nella Moto3 a Brno: Niccolò Antonelli (Ongetta-Rivacold) conquista la prima vittoria in carriera al termine di una gara tiratissima. Piazza d’onore per Enea Bastianini (Gresini Racing Moto3), strepitoso a recuperare dalla 15esima casella e portarsi nel gruppo di testa. Il 19enne di Cattolica, che aveva ottenuto anche la pole position, sale così per la prima volta sul podio nelle sue quattro stagioni nel campionato del mondo. Grazie al quinto podio stagionale, il 17enne di Rimini rosicchia punti preziosi in classifica al leader Danny Kent (Leopard Racing), settimo alla fine e mai veramente all’attacco nei momenti conclusivi di questa corsa.

Per la seconda volta in questo 2015, sale sul terzo gradino del podio Brad Binder (Red Bull KTM Ajo): il sudafricano è la prima moto della casa austriaca KTM in mezzo al solito plotone delle Honda che per una parte di gara ha guidato anche un gruppo compatto di 11 piloti insieme al suo team-mate Miguel Oliveira, soltanto ottavo al traguardo.

Alle spalle del veterano Efren Vazquez (oggi punta di diamante della struttura di Stefan Kiefer) e del rookie Jorge Navarro (Estrella Galicia 0,0), si piazza un altro italiano: Romano Fenati (Sky Racing VR46) sfiora l’impresa giocandosi il podio sino all’ultimo giro dopo esser scattato dalla 22esima posizione sull’ottava fila della griglia per effetto della penalità comminatagli ieri dalla Race Direction. Alle spalle del pilota di casa Jakub Kroneil (Drive M7 SIC), John McPhee (SAXOPRINT RTG) chiude la top 10, dalla quale rimangono escluse le Mahindra dei compagni di squadra Jorge Martin e Pecco Bagnaia, a sua volta davanti al connazionale Andrea Migno.

Apprensione a inizio gara per una duplice caduta multipla che ha obbligato la Direzione Gara a esporre la bandiera rossa e che ha ridotto a 12 giri per una doppia caduta multipla e conseguente bandiera rossa: alla Curva 1 si sono stesi Suzuki, Ajo, Oettl, Danilo; mentre, pochi metri dopo, alla Curva3, Dalla Porta, Locatelli, Ono e Rodrigo. Quest’ultimo, inizialmente rimasto a terra privo di sensi, è stato soccorso dalle Medical Cars e dall’ambulanza, che lo ha trasportato prima al centro medico del circuito per un accertamento e quindi all’ospedale di Brno per una TAC.