Sul circuito di Aragon, nelle competizioni “piccole, 125 e Moto2 s’impongono due spagnoli, Nico Terol che allunga sul diretto rivale nella classifica iridata e un ottimo Marc Marquez che si porta a soli sei punti dal primo in classifica nella Moto2.Chi è appassionato di motori ama sicuramente anche la Moto2 e la 125. Per loro proponiamo un piccolo riepilogo dei fatti salienti avvenuti in gara.

125: sulla griglia di partenza, dalla prima fila scatta Nico Terol che si porta in testa alla corsa inseguito dal suo compagno di squadra Faubel.

Dietro di lui Zarco combatte con Vinales e Cortese che gli impediscono di lanciarsi all’inseguimento del battistrada.

Il vento influenza la scelta delle traiettorie ma non impedisce a Zarco di recuperare terreno. Il recupero non è completo, tanto che Zarco è solo sul secondo gradino del podio e deve ringraziare l’avversario Faubel che dopo avergli dato filo da torcere è scivolato nel tentativo di superarlo. Al terzo posto Vinales che approfitta come Zarco dell’audacia di Faubel.

Per quanto riguarda la Moto2 i sorpassi sono la parte migliore della gara in cui Bradl, campione del mondo in carica, arriva soltanto ottavo consentendo a Marquez di riaprire con la sua vittoria la competizione per il titolo iridato. Iannone, il pilota abruzzese, dà filo da torcere ai migliori e finisce secondo, seguito da altri due italiani: Corsi e il sanmarinese De Angelis.