La sconfitta brucia ancora, Marc Marquez non è uno di quelli che depone le armi facilmente, per questo dopo la gara in Argentina, ed il duello con Rossi, che lo ha visto protagonista di una caduta in seguito ad un contatto, il pilota spagnolo è pronto a prendersi la rivincita, possibilmente già da Jerez de la Frontera, teatro della prossima gara stagionale del MotoGP.

“E’ un peccato per come è finita l’ultima gara, ma posso anche dirvi che ho imparato molto da questo weekend. E’ sempre un privilegio lottare per la vittoria con Valentino e questa volta è stato lui a trionfare nella battaglia. E’ un grande campione, ha tantissima esperienza, quindi c’è sempre da imparare da lui per quanto riguarda la strategia di gara. Posso solo congratularmi con lui e sperare che a Jerez saremo in grado di fare una bella lotta”.

Quindi, è solo questione di tempo, presto i due torneranno ad incrociare i manubri, e a darsele di santa ragione, perché tra la leggenda vivente ed il nuovo che avanza la sfida sembra essere solo all’inizio. Per questo Marquez analizza con molta serenità la sua sconfitta in Argentina, e non nasconde un certo rammarico.

“Dopo la gara in molti mi hanno chiesto della mia scelta di gomme. La verità è che con la gomma extra hard le nostre possibilità di vittoria si sarebbero ridotte. Era chiaro che fossero maggiori rischiando la dura. Per questo ho spinto al massimo all’inizio ed ho continuato a farlo anche quando avevo quattro secondi di vantaggio. Bastavano solo due o tre giri in più, peccato. Ma non preoccupatevi, c’è sempre da imparare in una gara come questa, con una lezione positiva. Ora però è ora di concentrarsi su Jerez”.

Non rimane che attendere il prossimo round di questo incontro tra pesi massimi che, ci auguriamo tutti, potrebbe continuare fino a fine stagione, per un campionato che diventerebbe epico.

Con tante piste in cui misurarsi e due moto molto equilibrate, Rossi e Marquez avranno tante altre pagine di motociclismo da scrivere, stando sempre attenti al terzo incomodo: quell’Andrea Dovizioso che ha fatto vedere grandi cose in sella alla nuova Ducati.