Marc Marquez non ha ancora digerito quanto è accaduto nell’ultima curva del gran premio della Moto GP in Olanda: nonostante l’opinione di molti piloti ed addetti ai lavori non condanni la manovra di Valentino, il campione del mondo in carica è agonisticamente arrabbiato, carico, e pronto a riprendersi la vittoria sul campo.

D’altra parte, il ritorno al vecchio telaio gli ha consentito di ritrovare la fiducia nella sua moto e di non guidare troppo impiccato, e in Germania è convinto di poter far bene, e magari tornare a quella vittoria che gli manca da un po’.

“Abbiamo lavorato bene ad Assen e fatto dei progressi con la moto. Abbiamo ancora qualche problema da risolvere, ma in generale abbiamo fatto un bel passo avanti. Il Sachsenring è una pista piccola e tortuosa, diversa tutte le altre in calendario. Ho ottenuto dei buoni risultati in passato e spero che anche questo possa essere un buon weekend per noi. In Germania poi c’è sempre l’incognita del meteo, quindi sarà importante lavorare bene dalla prima sessione”.

Gli fa eco Pedrosa, anche lui in netta ripresa, e volenteroso di tornare a correre su una pista che apprezza da sempre. “Non vedo l’ora che arrivi la prossima gara al Sachsenring, una pista che mi è sempre piaciuta molto. Lo scorso anno è stata una gara pazza, ma abbiamo avuto delle buone performance. La moto ora ha iniziato a comportarsi meglio, quindi speriamo di fare ancora dei progressi in questo Gp, che è l’ultimo prima della pausa estiva. Io poi sto migliorando anche dal punto di vista fisico e questo è importante per lottare davanti, quindi spero di fare un altro step questo weekend”.

Insomma, ne vedremo delle belle, perché se ai box Yamaha sono tranquilli, con un vantaggio in classifica difficile da colmare, persino per uno come Marquez, in quello della Honda hanno voglia di tornare a competere per la vittoria.