La prossima gara della Moto GP, in Germania, vedrà di nuovo Jorge Lorenzo sfidare Valentino Rossi, per una lotta al vertice che sta tenendo con il fiato sospeso il pubblico delle due ruote. Dopo una serie di gare magistrali da parte di Lorenzo, Valentino ha compiuto un’autentica impresa in Olanda e adesso ha rafforzato il primato in classifica piloti ed è pronto alla prossima battaglia.

Nello stesso tempo Lorenzo è sicuro dei suoi mezzi, è a posto, ha ritrovato il feeling con la Yamaha M1 e rinnova la sua fiducia alla squadra giapponese.”Quando dovevo rinnovare con Yamaha e avevo altre opzioni sono stato molto vicino a cambiare squadra. Questa è la verità. Perché hai sempre la curiosità di vedere cosa potresti fare con l’altra moto però per il momento pesa di più la voglia di stare sempre con la stessa moto e sempre con la stessa squadra. Finire la mia carriera in Yamaha, questo è l’ideale, il mio sogno perfetto per il futuro”.

Gli fa eco Valentino che sta adottando una tattica diversa nei confronti del suo compagno di squadra, non c’è più quel distacco degli altri anni, bensì una sorta di pacifica cooperazione, il Dottore è tornato ad avere fiducia nei propri mezzi, e valuta positivo il contributo che un lavoro congiunto può offrire nella lotta con gli avversari.

“Ho molto rispetto per lui come pilota e suppongo che anche lui lo abbia per me e per le mie capacità. La nostra è una relazione cordiale, magari non di amicizia, perché è molto difficile avere un’amicizia tra rivali, tra campioni che vogliono lo stesso obiettivo, però se il rapporto è buono hai comunicazione e così ci aiutiamo a battere gli altri”.

Insomma, una collaborazione che non ti aspetti, ma che si interrompe non appena parte la gara e si abbassano le visiere, perché anche in Germania, in corsa, sarà lotta vera, magari con maggiore rispetto in confronto alle passate stagioni, ma sempre avvincente e senza esclusione di colpi.