All’inizio dell’anno motoristico, dopo la conferma del licenziamento di Jarno Trulli, è stato chiaro che il mercato piloti italiano era in crisi. Pochi giovani tra cui scegliere che hanno aperto la strada a stelle stranieri dell’automobilismo internazionale. 

Sul finale di stagione, qualche piccolo passo indietro rispetto alla tendenza delineata all’inizio dell’anno, si può vedere. Basta considerare le prospettive di Valsecchi e Mortara.

Valsecchi, infatti, salirà sulla Lotus quest’anno, la macchina guidata anche da Raikkonen e Grosjean, per gli Young Driver Test di Abu Dhabi. Ma il tricolore sventola anche sulla testa di Edoardo Mortara che guiderà un’altra Lotus E20 in occasione dei Rookie Test sullo Yas Marina Circuit a novembre.

Edoardo Mortara, di origini italiani, è un pilota nato e cresciuto a Ginevra e da almeno due stagioni s’impegna con ottimi risultati nel DTM. Con la sua Audi A5 è stato eletto Rookie of the Year 2011 e con le ottime competizioni disputate nel 2012, si è candidato come pedina fondamentale dello staff Audi.

Nel suo carnet professionale dobbiamo inserire anche la vittoria di due Gran Premi di Macao nella categoria F3. In questa stessa serie, Mortala si è distinto anche nel 2010. Insomma, un pilota che adesso non poteva più essere ignorato dalla Formula 1. In bocca al lupo!