Al Monza Rally Show 2015 non brilla solo la stella di Valentino Rossi ma anche quella di Paolo Andreucci che insieme alla fidata Anna Andreussi si impone nella categoria R5 della kermesse monzese celebrando nel migliore dei modi il nono titolo costruttori recentemente conquistato da Peugeot Italia.

Nell’ultima uscita stagionale a bordo della Peugeot 208 T16 con livrea tricolore, i campioni italiani si aggiudicano la propria categoria oltre alla soddisfazione di vincere anche il Masters’ Show, la sfida spettacolo uno contro uno sul rettilineo dell’autodromo: “Un finale perfetto per la nostra stagione - ha detto Andreucci -. Una vittoria in una gara a cui tutti tenevamo molto. Il Monza Rally Show – pur essendo una gara atipica – riesce a coinvolgere il grande pubblico. E’ bello correre con le tribune piene di tifosi e fa piacere sentire il calore degli spettatori. E’ un ottimo spot promozionale per la nostra disciplina. In gara abbiamo fatto registrare degli ottimi rilievi cronometrici, lasciandoci dietro in molte speciali e nella classifica finale molte vetture della categoria WRC. Sono molto soddisfatto: le regolazioni sulla vettura e la scelta degli pneumatici Pirelli sono state perfette. Archiviamo nel migliore dei modi il nostro 2015, ora è il momento del riposo e della festa”.

È festa anche per Simone Giordano, il vincitore del Peugeot Competition, il trofeo promozionale riservato ai piloti privati del Leone, che al debutto da ufficiale sulla 208 T16 si classifica sesto di categoria: “Era il mio secondo anno qui al Monza Rally Show da ufficiale e sono riuscito a non farmi prendere troppo dall’emozione. Credo di avere fatto un’ottima gara e sono molto soddisfatto. Speciale dopo speciale sono riuscito a prendere confidenza con la vettura. Il passaggio dalle due ruote motrici – con cui corro abitualmente – alle quattro non è stato facile. Ero qui per divertirmi e per godermi il premio del Competition, ringrazio Peugeot per avermi dato questa opportunità”.

Monza Rally Show 2015, classifica finale categoria R5
1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16)
2. Babini-Ciucci (Peugeot 208 T16) a 32″3
3. Re-Graziani (DS3) a 45″9
4. Zonzini-Stefanelli (Ford Fiesta) a 1’36″
5. Tagliani-Silotto (Ford Fiesta) a 3’01″
6. Giordano-Scarzello (Peugeot 208 T16) a 3’05″