Il Gran Premio di Monza non ha certo deluso in quanto a spettacolo e poi ha riaperto i giochi iridati con una bagarre scatenata proprio alle spalle di Alonso. L’asturiano ha recuperato ben sette posizioni e alla fine è anche salito sul terzo gradino del podio.

Bastava guardare i tifosi sugli spalti del gran premio di Monza per capire che la gara era davvero spettacolare. Hanno contribuito alla riuscita della festa la gara impeccabile di Hamilton, le rimonte di Perez ed Alonso e le prestazioni sottotono di Red Bull e Mercedes che hanno regalato punti importanti anche a Raikkonen.

Alla fine il podio è stato lo specchio di una gara imprevedibile e avvincente. Hamilton aveva conquistato la pole, non ha sbagliato praticamente niente ed è arrivato sul traguardo con un bel margine di vantaggio su Perez.

Il messicano della Sauber, dalla dodicesima posizione, è risalito fino alla seconda ma se avesse avuto ancora qualche giro, con la progressione di cui è stato autore, sarebbe arrivato anche a vincere il GP d’Italia.

Terzo Alonso, che ha dovuto combattere a lungo per arrivare sul gradito più basso del podio, ma alla fine ha dimostrato di esserci, per il titolo iridato. Sono andati anche a punti, nell’ordine: Massa, Raikkonen, Schumacher, Rosberg, Di Resta, Kobayashi e Senna.

Adesso lo spagnolo di Maranello guida la classifica mondiale con 179 punti, seguito da Hamilton con 142 punti e da Raikkonen con 141 punti. A seguire: Vettel (140 punti), Webber (132 punti) e Button (101 punti).