All’inizio della stagione, valutate le condizioni della Rossa, Montezemolo aveva dovuto strigliare la squadra per spremerne i risultati migliori. Adesso tutto sembra andato in ordine, grazie ai gran premi portati a casa da Alonso, alle speranze fornite da Massa, ai tecnici sempre a lavoro.

A Maranello i tecnici non hanno smesso un secondo di mettere a punto la vettura, cercando di recuperare un fantomatico gap che separava la Rossa dalle avversarie più temibili in vista del mondiale: McLaren e Red Bull.

Adesso che le trovate di Newey non appaiono più così brillanti e adesso che Hamilton &C. non sono più così “agguerriti” se non ottengono la pole ed ora che Alonso guida la classifica iridata, Montezemolo si è ricreduto.

Con l’eleganza che lo ha sempre contraddistinto alla presidenza della Ferrari, ha espresso l’orgoglio per il team italiano, per il team manager:

All’inizio dell’anno ero molto deluso dalla macchina che non era quella che mi aspettavo ma abbiamo della gente fantastica in squadra. Io li spingo moltissimo e loro lavorano giorno e notte. Ho grande fiducia in Stefano Domenicali, sul quale ho investito per il futuro.

Per i piloti:

Alonso è fantastico e sono anche molto contento del weekend di Massa a Monaco: conto su di lui per levare punti preziosi agli avversari.