Il campionato di Formula 1 che si sta disputando in queste settimane è molto variegato perché ci sono numerose possibilità in campo nella definizione del vincitore. Bisogna sicuramente tener presente il valore espresso dai team, quello dei piloti e le gomme, ma a Montecarlo tutto cambia. 

Nei gran premi che si sono disputati fino a questo momento il valore dei team è stato fondamentale e secondo un’analisi fatta su alcune riviste specializzate, la squadra più costante è stata la Lotus che in termini di prestazioni ha ottenuto sempre qualche risultato utile.

E’ indubbio che anche i piloti siano determinanti per la vittoria e in questo senso il più convincente, nonostante l’altalenante rendimento della vettura, è senza dubbio Alonso che con Vettel guida la classifica iridata.

Un ruolo importante ce l’ha anche la gestione degli pneumatici che subiscono l’usura e il give up da temperatura che li porta a ridurre velocità e stabilità delle monoposto.

A Montecarlo, però qualcosa cambierà perché le polemiche alimentate da alcune squadre sulle gomme, lasceranno il posto al carattere dei piloti. Forse il circuito cittadino del Principato è quello in cui lo stile di guida, quindi l’abilità dei piloti, svolgeranno il compito più arduo e determinante per il risultato conclusivo della gara.