Montecarlo Engineering Racing Team festeggia un anno di successi con le energie alternative. L’evento, in collaborazione con Alfa Racing Club, si è svolto al Motor Village Arese, il flagship store dedicato in esclusiva ai marchi premium FCA Alfa Romeo e Jeep, e del Museo Storico Alfa Romeo.

Il 2015, infatti, ha visto la squadra corse italo-monegasca diventare leader assoluta con il maggiore numero di punti ottenuti nel Campionato del mondo FIA Energie Alternative 2015: Massimo Liverani, dopo i 4 titoli mondiali già conquistati nel mondiale FIA (2011, 2012, 2013, 2014), ha centrato per la quinta volta consecutiva il successo ed è ancora una volta il dominatore della Categoria VIII con la sua Alfa Romeo Giulietta alimentata a GPL. Il pluricampione ha conquistato “ex aequo” anche il Campionato Italiano Energie Alternative 2015 e nella sua cavalcata vincente è stato sempre ottimamente coadiuvato da Valeria Strada (3 volte campione d’Italia) e Fulvio Ciervo (campione del mondo 2013) nel corso di tutta la stagione agonistica. Dapprima la GTV e poi la Giulietta hanno permesso alla casa italiana di tornare a primeggiare in un campionato FIA e di sconfiggere avversarie ufficiali di altre case costruttrici impegnate nelle competizioni con energie alternative.

Non potevano mancare i giusti riconoscimenti a persone che nella loro vita hanno contribuito a rendere il marchio dell’Alfa Romeo sinonimo di corse e di auto sportive italiane in tutto il mondo. Queste persone di spicco legate al brand Alfa Romeo sono amiche del fondatore del Montecarlo Engineering, l’ex Pilota di Formula Indy e F1 nonché Costruttore di auto GT, l’Ing. Fulvio Maria Ballabio. Nanni Galli, Carlo Facetti e Tino Brambilla (piloti delle mitiche Giulia GT, GTA e 33), Bruno Giacomelli (pilota dell’Alfa Romeo in Formula 1), Pierluigi Corbari (direttore sportivo dell’Alfa Romeo in Formula 1 con l’Autodelta), Amilcare Balestrieri accompagnato dal fido navigatore Sergio Maiga (vincitore per primo al volante delle Alfetta nei rally), Massimo Liverani (odierno pluricampione al volante della GTV e della Giulietta negli ecorally). Presentei anche Arturo e Olga Chiti in ricordo del grande padre l’Ing. Carlo Chiti che diede vita all’Autodelta, il reparto sportivo e corse dell’Alfa Romeo.

Proprio a testimoniare l’unione tra il marchio Alfa Romeo e il Montecarlo Engineering Racing Team e a fare da sfondo all’evento c’era una vettura della Montecarlo Automobile, la Centenaire (dedicata a Chiti e costruita in carbonio da Guglielmo Bellasi) dotata dello storico propulsore V6 Alfa Romeo voluto da Chiti nel 1994. Non poteva mancare poi un riconoscimento speciale al Principe Sovrano Alberto II di Monaco che tenne a battesimo nel 1991 proprio il Montecarlo Engineering Racing Team e nel 2015 la Giulietta a Gpl vincitrice al debutto negli ecorally.

Il premio è stato assegnato alla persona del Principe Alberto II di Monaco per il suo impegno in favore della sostenibilità ambientale grazie alla Fondation Prince Albert II da Lui stesso creata. Premio speciale anche per l’Ing. Fulvio Maria Ballabio e alla sua folgorante carriera nel mondo del motorsport per aver corso e ottenuto risultati di rilievo in Formula Indy, in Formula 1, nei rally, con le moto e nelle gare off shore, oltre che per aver dato vita alla Monte Carlo Automobile ed al Montecarlo Engineering Racing Team.

La serata è stata anche l’occasione per presentare i programmi del Montecarlo Engineering Racing Team. La prossima sfida sarà confermarsi negli Ecorally 2016 sempre con vetture Alfa Romeo e partecipare a gare GT con vetture Monte Carlo Automobile equipaggiate con motori Alfa Romeo. Confermata anche la presenza di una vettura Giulia GT 1600 veloce del 1966, già in passato modificata in Autodelta ed alimentata per il mercato brasiliano e colombiano ad alcool dall’Ing. Carlo Chiti: la Giulia GT 1600 presentata verrà utilizzata per gare ed eventi storici come i 100 anni della Targa Florio, la Coppa Intereuropa a Monza e Passione Engadina e sarà pilotata da Oscar Comi, il più completo pilota Alfa Romeo dell’Autodelta assieme ad Andrea de Adamich, dal pratese Nanni Galli e dallo stesso “Console Volante” Ballabio.

L’Alfa Racing Club di Roma, inoltre, grazie al suo Presidente e fondatore, Ennio Mosca, porterà in gare Endurance della Peroni Race una vettura Alfa Romeo MITO Bifuel a Gpl da 240 Hp. Non solo: debutterà inoltre con il team un’inedita vettura tubolare prototipo da rallycross alimentata a Bioetanolo che parteciperà alle gare italiane con il sorprendente pilota 14 enne vigezzino/ossolano Gabriel Di Pietro, ex promessa del Kart e già a podio al suo esordio nel 2015 nella nuova categoria.