Il nuovo mondiale rally è partito, e la gara di Montecarlo non è stata semplice, considerate le insidie che ha riservato ad auto ed equipaggi. Una corsa importante, soprattutto per il debutto delle nuove WRC Plus, che hanno visto il ritorno di Toyota nelle corse su strada, con la Yaris, per sopperire al vuoto creato dall’assenza della Volkswagen.

Ebbene, proprio il Costruttore tedesco ha lasciato un eredità importante alla Ford, che ha potuto ingaggiare il pilota di punta della Casa di Wolfsburg, il campione del mondo in carica Ogier, capace di centrare il bersaglio grosso già alla prima uscita con la nuova Fiesta RS WRC plus.

Ma non è stata una vittoria scontata, una cavalcata solitaria, come in molti possono pensare, bensì, una corsa vissuta, sofferta, il cui risultato è stato determinato da colpi di scena. Infatti, Neuville, con la nuova Hyundai i20, era al comando delle operazioni, prima di dover abbandonare i sogni di gloria per la rottura di una sospensione, mentre anche Meeke, al volante della nuova Citroen C3, ha avuto lo stesso guaio, e poi ha dovuto lasciare definitivamente la competizione per un tamponamento durante un trasferimento.

Così, Ogier ha amministrato il vantaggio su Latvala, passato alla Toyota, quando Neuville, il vero contendente al successo finale, ha lasciato la testa della classifica. Per il belga la consolazione del trionfo nella power stage e tanto rammarico, mentre sul gradino più basso del podio è salito Tanak, sempre al volante di una Ford.

Quindi, alla fine della prima gara iridata del 2017 bisogna fare una considerazione: i cambiamenti regolamentari e le nuove squadre hanno rivitalizzato la situazione. Inoltre, la Huyndai è matura per puntare al titolo, ma dovrà vedersela con un Ogier sempre determinato ed efficace, coadiuvato da una Fiesta nata bene.

Già dal prossimo appuntamento, la Citroen potrà mostrare il potenziale della nuova C3, mentre la Toyota è una bella realtà che sta studiando per tornare ad essere vincente, e la condotta di gara accorda di Latavala dimostra la direzione che sta prendendo il Colosso giapponese.