Nei giorni scorsi Ford ha annunciato il lancio dell’Innovate Mobility Challenge, una serie di sfide grazie alle quali gli sviluppatori potranno mettersi alla prova per creare soluzioni hi-tech e in grado di migliorare la mobilità in otto località in tutto il mondo. Il programma è sviluppato nell’ambito della ‘Blueprint for Mobility’ di Ford, il documento strategico presentato da Bill Ford lo scorso anno in cui sono contenuti i piani a breve, medio e lungo termine di Ford in merito agli scenari del futuro della mobilità.

Le sfide si svolgeranno in Portogallo (Lisbona), India (Mumbai, Delhi e Chennai), Stati Uniti (Los Angeles), Sud Africa (Johannesburg), Cina (Shanghai) e Argentina. In ognuna delle località, Ford stabilirà delle partnership con esperti e autorità locali per identificare le caratteristiche peculiari dello scenario di riferimento. Ogni sfida è stata creata su misura e in funzione delle caratteristiche delle aree cui è rivolta, affrontando gli specifici problemi di specifiche città o regioni. Le sfide saranno rivolte agli sviluppatori hardware e software e saranno indirizzate alla creazione di soluzioni per specifici problemi di mobilità, come la riduzione del traffico, l’ottimizzazione dei trasporti nel settore sanitario e perfino il miglioramento delle condizioni della strada durante la stagione dei monsoni. Il panel della giuria sarà composto sia da dirigenti dell’Ovale Blu esperti nella ricerca nel settore delle soluzioni di mobilità, che da consulenti locali, identificati per ogni singola sfida.

Il programma è stato progettato per incentivare l’utilizzo della piattaforma globale di sviluppo OpenXC, creata da Ford e successivamente resa ‘open-source’, che permette di accedere ai dati del veicolo e integrarli con le informazioni relative alle condizioni ambientali locali. Un esempio del potenziale offerto da OpenXC è il pomello del cambio con feedback tattile realizzato da Zac Nelson, ingegnere Ford, che ha usato la piattaforma open-source Ford per realizzare il prodotto, reato con una stampante 3D e contenente un attuatore proveniente da una XBOX 360 che vibra per segnalare al guidatore quando è il momento più opportuno per cambiare marcia.

Le sfide seguono una prima fase sperimentale del progetto, svoltasi a Londra in primavera e vinta, assieme al relativo premio da 10.000 dollari, dai creatori di AppyParking, un’app che permette di trovare, raggiungere e pagare parcheggi e colonnine di ricarica elettrica. Tutti i dettagli a questo link.

LEGGI ANCHE

Ford Mustang 50 anni: un anniversario coi fiocchi

Nuova Ford Mustang: foto e video dal Salone di Ginevra

Internazionali tennis: Ford al Foro Italico con Mustang e Vignale

Ford Vignale: la filosofia a tre pilastri per conquistare i clienti

Ford Vignale 2014: Leonardo.it intervista Gaetano Thorel