La tutela dell’ambiente e la diffusione di una mobilità sostenibile sono diventate tematiche prioritarie per le amministrazioni locali, considerato l’aumento dei livelli di inquinamento nelle città italiane. L’emergenza smog e l’impatto sulla salute dei cittadini, a cui segue il continuo blocco auto nelle principali città, evidenziano la necessità di introdurre validi provvedimenti per diffondere un nuovo concetto di mobilità sostenibile, ridurre il livello dell’inquinamento e cambiare radicalmente una situazione diventata sempre più problematica.

Questi i temi discussi durante la conferenza organizzata da Anci Lazio e Toyota Motor Italia, mercoledì 3 febbraio presso la sede di Anci Lazio a Roma. Tanti gli interventi e gli spunti utili per discutere di nuove metodologie e linee guida adatte a trovare una soluzione nell’interesse dei Comuni associati, per intraprendere un nuovo percorso verso modelli di sviluppo urbano sostenibile anche dal punto di vista energetico e ambientale: “Toyota si è da sempre impegnata in tal senso e, grazie alla tecnologia ibrida, è riuscita a ottenere un importante risultato per la mobilità cittadina – dichiara Fausto Servadio, Presidente Anci Lazio e Sindaco di Velletri -. Un primo passo potrebbe essere quello che ha visto anche il mio Comune, Velletri, approvare il parcheggio gratuito nelle strisce blu per le auto ibride, per facilitare i nostri cittadini e continuare il cammino intrapreso a favore di una mobilità urbana sempre più sostenibile e a basso impatto ambientale”.

Il Comune di Velletri si unisce infatti all’innovazione di Toyota garantendo il parcheggio gratuito per tutte le auto ibride elettriche di nuova immatricolazione (2014), con emissioni di CO2 uguali o minori di 120 g/Km: “La tecnologia Hybrid rappresenta per Toyota la soluzione più concreta, tra le tecnologie alternative attualmente praticabili, in grado di assicurare una mobilità sostenibile - dichiara Patrizia Brunetti, Senior Manager Communication & External Affairs -. Accogliamo con favore la decisione del comune di Velletri, che segue quanto già fatto a Roma, perché conferma la volontà di avviare un processo virtuoso di miglioramento della qualità dell’aria, senza per questo penalizzare i cittadini in termini di mobilità e, anzi, premiandone le scelte”.

Oltre alle agevolazioni appena citate, la regione Lazio prevede l’esenzione del bollo per tre anni per tutte le vetture ibride: “L’attività del nostro brand in tale direzione non si è mai fermata e, dal lancio della prima Prius avvenuto nel 2000, si è trasformata oggi in un importante traguardo: un milione di vetture Hybrid vendute in Europa. Lo scorso anno Toyota e Lexus hanno immatricolato ben 25.000 vetture ibride, e a gennaio hanno segnato un nuovo record storico in Italia, ben il 2,1% di quota di mercato. In termini ambientali tutto ciò si sostanzia in una riduzione estremamente significativa di CO2, soprattutto se si considera che le nostre analisi mostrano come una vettura ibrida sia in grado di funzionare in sola modalità elettrica per almeno il 57% del tempo”. 

Dal 1997 ad oggi la casa giapponese dichiara di aver risparmiato nel mondo ben 58 milioni di tonnellate di CO2: “Dal punto di vista ambientale, l’obiettivo di Toyota è quello di diminuire di oltre il 22% la media delle emissioni di CO2 dei nuovi modelli entro il 2020. Per il 2050 vogliamo ridurre la media globale delle emissioni di anidride carbonica del 90%, rispetto alla media Toyota del 2010, azzerare le emissioni di CO2 che derivano dal ciclo di vita della vettura e raggiungere impianti di produzione a zero emissioni”.