La mobilità elettrica in Italia fa un altro piccolo passo in avanti. Nissan, A2A e il Comune di Milano hanno presentato il progetto che punta a migliorare la qualità dell’aria, l’efficienza energetica e ad accrescere la libertà di circolazione dei cittadini grazie a dodici nuove colonnine di ricarica rapida previste nell’accordo siglato tra la casa giapponese, l’azienda energetica e l’ente pubblico. Contemporaneamente si è svolta l’inaugurazione del nuovo distributore veloce in via Manin 37, zona Piazza della Repubblica, che permette di fare l’80% della ricarica completa in 30 minuti considerando la batteria totalmente a terra. L’iniziativa promuove a 360 gradi i valori della mobilità sostenibile visto che le nuove colonnine sono compatibili con tutti i principali standard elettrici presenti nel settore automobilistico.

Per Bruno Mattucci, amministratore delegato di Nissan Italia, siamo a una vera svolta: “Alla luce dei tempi rapidi di rifornimento, ogni colonnina diventa un distributore di tipo classico per veicoli elettrici in cui è possibile una rotazione veloce di molti veicoli. Abbiamo deciso di investire in una città che già ha mostrato grande sensibilità ai temi della mobilità elettrica perché crediamo che con un lavoro di squadra tra le pubbliche amministrazioni, i distributori di energia ed i costruttori come Nissan si possa contribuire sia al miglioramento dell’aria che respiriamo sia a garantire al tempo stesso una mobilità senza vincoli ai cittadini”. Un esperimento che potrebbe in futuro ripetersi in altre realtà: ”Siamo pronti a collaborare anche con le pubbliche amministrazioni delle altre città italiane. A Milano in 60 giorni siamo passati da un semplice scambio di idee alla realizzazione delle infrastrutture di ricarica”.

Gli ha fatto eco l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran: “La mobilità a impatto zero è l’obiettivo che le grandi città europee dovranno affrontare nei prossimi 5 anni e Milano vuole essere protagonista di questo cambiamento. E’ una sfida che può essere vinta solo se pubblico e privato sapranno collaborare. Questa è la strada su cui proseguire con convinzione nei prossimi anni per rendere la nostra città sempre più innovativa e sostenibile”.

Le 12 colonnnine multistandard raddoppiano il numero totale ad oggi presente sull’intero territorio nazionale e l’infrastruttura rimarrà a titolo gratuito al Comune di Milano a cui gli automobilisti possono accedere con una tessera di A2A che dà diritto a un numero illimitato di ricariche. Le tariffe sono di 30 euro per attivazione e consegna tessera comprensiva dei primi 3 mesi di utilizzo mentre i successivi rinnovi trimestrali costano 15,10 euro.

Oltre a quella inaugurata in Via Manin, le altre 11 colonnine della rete rapida sono localizzate in: via Santa Valeria 5, via Durando 10, via Melchiorre Gioia 39, piazza Leonardo Da Vinci, via Taramelli 2, piazza 6 Febbraio 24 e via Freguglia 2. A queste, entro il 20 maggio, si aggiungeranno i punti di piazzale Egeo, corso Indipendenza 23, via Sassetti e corso Lodi 39. I nuovi punti di ricarica andranno a potenziare l’infrastruttura attuale gestita da A2A che a Milano si compone in totale di 34 colonnine accessibili al pubblico. Per accedere alla infrastruttura di ricarica di A2A è sufficiente abbonarsi al servizio E-moving.