Peugeot ha comunicato la partnership ufficiale con il Misano World Circuit in occasione della prova su pista della Peugeot 208 GTi 30th. L’accordo prevede l’utilizzo di 5 vetture che si occuperanno dei servizi di pista: safety car, medical car, shuttle.

Cinque Peugeot per il Misano World Circuit

Le vetture del Leone impiegate saranno la sportiva RCZ, una Peugeot 308 berlina e una SW, e due Peugeot 5008. Il Misano World Circuit, intitolato all’indimenticato Marco Simoncelli, diviene quindi un impianto di riferimento per Peugeot, a disposizione per presentazioni stampa, test di prova e giornate clienti. Con la gamma più giovane della sua storia, la casa francese la sua naturale collocazione nella vivace attività di innovazioni dell’impianto romagnolo che nel 2015 ha creato una nuova pista per il flat track, oltre ad aver riasfaltato il circuito internazionale.

Misano World Circuit, la nuova Arena Flat Track

Da poche settimane è operativa l’Arena Flat Track, una nuova pista lunga oltre mille metri nella quale moto e auto si cimentano su un fondo non asfaltato. E’ la terza pista a sorgere all’interno dell’impianto e si aggiunge al Circuito Internazionale (4.226 mt) e alla Pista Prove (900 mt) che si sviluppa su una superficie di 35mila mq, dove si svolgono corsi di guida sicura (moto, auto, van e camion), corsi di guida sportiva con la scuola di pilotaggio ‘Guidare Pilotare’, oltre a corsi di guida sportiva e attività commerciali, ma anche utilizzata dagli appassionati di Supermotard e di Kart.

Riasfalata la pista del Misano World Circuit

Ad inizio marzo 2015 è stato anche completamente riasfaltato il Circuito Internazionale, che ospita le più importanti corse motociclistiche a livello nazionale (dove si corrono Mondiale SBK e MotoGP) con la costruzione di nuovi raccordi che porteranno due nuove configurazioni di circuito, 3,2 Km + 1 Km, portando l’offerta commerciale ai massimi livelli. Un intervento che segue quelli effettuati con successo per il contenimento dei rumori, per la produzione di energia da fonti rinnovabili con la realizzazione di un modernissimo impianto fotovoltaico e con un occhio di riguardo alla tutela ambientale, con il completo riutilizzo dei materiali all’interno dell’impianto e con l’apporto di soli materiali italiani per la costruzione.