Durante la fase di test al Mugello molte squadre hanno portato in pista delle modifiche che dovranno essere confermate durante il primo appuntamento ufficiale, quello in Spagna, la tappa del Circus che inaugura la fase europea dell’automobilismo internazionale. 

Nei test al Mugello tutti gli occhi erano puntati sulla Ferrari che secondo quanto dice Alonso, con le due o tre modifiche introdotte, ha incrementato la sua velocità di setto-otto centesimi.

Eppure la vettura che sembra essere stata più audace in termini di modifiche effettuate sulla monoposto, è la Mercedes che già all’inizio del campionato si è mostrata più competitiva del previsto. In primo luogo c’è da sottolineare l’introduzione del cambio in carbonio.

Gli osservatori hanno evidenziato il nuovo alettone anteriore e il nuovo monkey seat. Ma quello che ha stupito è la soluzione della minigonna. Un elemento che funziona come il capo d’abbigliamento in questione.

Nella zona che tra  lo pneumatico e le paratie è posto accanto al cerchione una specie di minigonna. Il suo obiettivo è garantire un carico maggiore alle ruote posteriore.

Se la minigonna funziona dovrebbe aumentare l’interazione tra i flussi aerodinamici che interessano il diffusore così da aumentare la velocità di una macchina che ha già riservato al team tedesco una serie di soddisfazioni con il podio di Rosberg.