La nuova Mini John Cooper Works Clubman toglie i veli. La compatta station wagon del marchio si arricchisce della versione più sportiva della gamma, svelata in anteprima al Salone di Parigi 2016.

Il design esterno interpreta il tradizionale concetto dello shooting brake in chiave sportiva. La lunghezza della vettura è di 4,253 metri (con un p. so di passo 2,67 m, la larghezza di 1,80 m e l’altezza 1,44 m), proporzioni che donano uno slancio dinamico con una forma muscolosa della spalla, la lunga linea del tetto e la coda verticale con le caratteristiche Split Doors ad apertura laterale. Per ottimizzare le proprietà aerodinamiche e l’afflusso di aria di raffreddamento la Mini John Cooper Works Clubman dispone di Air Curtain nelle parti esterne della presa d’aria inferiore e di Air Breather nella sezione posteriore delle fiancate, e di una grembiulatura disegnata appositamente per il nuovo modello. Le grosse prese d’aria occupano lo spazio previsto per le luci di posizione e i fari fendinebbia.

I proiettori LED sono avvolti dall’anello della luce diurna: la sezione inferiore è bianca e svolge anche la funzione di indicatore di direzione come a Led sono le luci posteriori, montate orizzontalmente. Gli interni sportivi puntano su abitabilità e versatilità. Le quattro porte laterali offrono un accesso comodo e ripiegando lo schienale del divanetto posteriore (ribaltabile nel rapporto 40:20:40, offerto come optional), il volume del bagagliaio passa da 360 litri fino a 1250 litri. La dotazione di serie comprende sedili sportivi John Cooper Works con poggiatesta integrati e il rivestimento in Dinamica / stoffa nel colore carbon black. L’impianto di scarico sportivo si riconosce in base ai doppi terminali con mascherine tagliate oblique. Apertura touchless delle Split Doors di serie, pacchetti porta-oggetti, mancorrenti sul tetto e gancio da traino con testina sferica separabile sono offerti come optional.

Per la prima volta l’attuale motore quattro cilindri a benzina da 2.0 litri, sviluppato appositamente per i modelli John Cooper Works, è stato combinato con la nuova generazione di trazione integrale ALL4 che presenta una regolazione elettroidraulica a peso e un’efficienza ottimizzata. La potenza complessiva è di 231 CV con un incremento di 39 CV rispetto alla MINI Cooper S Clubman. Di serie è offerto il cambio manuale a sei rapporti, mentre è offerto come optional il cambio Steptronic sportivo a otto rapporti (con paddles sul volante come optional) per un consumo di carburante nel ciclo combinato di 7,4 l/100 km (cambio automatico: 6,8 l/100 km) ed emissioni di CO2 di 168 g/km (154 g/km).

Il sistema di stabilità di guida di serie Dynamic Stability Control (DSC) comprende anche le funzioni Dynamic Traction Control (DTC), Electronic Differential Lock Control (EDLC) che funge da blocco elettronico del differenziale dell’asse anteriore, e Performance Control che supporta l’agilità nella guida dinamica in curva. Come optional viene offerto Dynamic Damper Control che mette a disposizione due tarature per gli ammortizzatori a regolazione elettronica, attivabili attraverso i MINI Driving Modes.

Tutti i sistemi di assistenza alla guida offerti per la nuova MINI Clubman sono disponibili anche per il modello John Cooper Works: sensore pioggia con attivazione automatica delle luci anabbaglianti, Park Assistant, telecamera di retromarcia e Driving Assistant con Active Cruise Control su base di telecamera, Pedestrian Warning con funzione frenante, High Beam Assistant e riconoscimento segnaletica stradale. L’equipaggiamento di sicurezza comprende sei airbag, cinture automatiche a tre punti in tutti i posti, inclusi i tendicintura e limitatori di sforzo adattivi nei sedili anteriori, e punti di fissaggio Isofix  per i seggiolini nella zona posteriore. Presenti l’indicatore della pressione degli pneumatici e la chiamata di emergenza intelligente con rilevazione automatica della posizione e identificazione della gravità dell’infortunio.

Oltre alle dotazioni fornite di serie in tutte le varianti di modello della Clubman, come l’impianto di climatizzazione a due zone, l’impianto vivavoce Bluetooth per il telefono e il freno di stazionamento elettrico, sono a bordo anche Park Distance Control con sensori nella coda della vettura e la regolazione di velocità con funzione frenante. Di serie il Comfort Access che permette anche l’apertura touchless delle Split Doors, la radio MINI Visual Boost con interfaccia USB e schermo a colori da 6,5 pollici nello strumento centrale. Prezzo ancora da comunicare.

La nuova Mini Cooper Works Clubman sarà disponibile a 2017 inoltrato. Il prezzo non è ancora stato comunicato anche se l’ipotesi è che possa partire da un listino base intorno ai 30.000 euro.