La MINI è pronta ad un ridimensionamento della gamma, scegliendo i modelli che garantiscono delle percentuali di vendita significative e sacrificando quelle vetture, ambiziose e affascinanti, che non hanno ricevuto un’accoglienza calorosa dal mercato.

Sarebbero queste le direttive della Casa inglese, come ha evidenziato un membro del consiglio d’amministrazione BMW che risponde al nome di Peter Schwarzenbauer. In pratica, sull’altare delle vendite potrebbero essere sacrificate, già dal prossimo anno, la Coupè, la Roadster e la Paceman, vetture che hanno fatto sognare gli appassionati sotto forma di concept, ma che poi, nella vita reale, non hanno riscosso il successo sperato.

Ovviamente, si tratta di previsioni che farebbero pensare ad una nuova gamma composta dalla MINI Cooper, rispettivamente a 3 ed a 5 porte

, dalla Clubman, dalla Cooper Cabrio e dalla Countryman, che sta incontrando un successo clamoroso da quando è entrata in listino.

Inoltre, sarebbe in dirittura d’arrivo un veicolo elettrico, sempre con Marchio MINI, anche se non è ben chiaro quale base utilizzerà, se quella comoda e spaziosa dalla Countryman, o quella compatta e dinamica della Cooper, ad ogni modo, sulla scia delle ultime tendenze ecologiche BMW, come la i3 e la sportivissima i8, anche la MINI è pronta a mostrare la sua anima green.