La Mille Miglia incorona come vincitori Andrea Vesco e Andrea Guerini. L’equipaggio bresciano al volante dell’Alfa Romeo 6C 1750 Gran Sport del 1931, ha tagliato il traguardo di Viale Venezia a Brescia in prima posizione bissando così il successo dello scorso anno. Al secondo posto Luca Patron e Massimo Casale, a bordo di una O.M. 665 Sport Superba 2000 del 1925, arrivati dietro ai vincitori con un distacco di poco più di mille i punti. Terza posizione per i coniugi mantovani Giordano Mozzi e Stefania Biacca a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 GS Zagato, staccati di circa 2000 punti dal vincitore. La Coppa delle Dame, premio riservato al primo equipaggio femminile della classifica finale, è andato a Maria e Luigia Gaburri arrivate in 133esima posizione.

Tra gli equipaggi celebri presenti alla Mille Miglia il team principal della Mercedes Toto Wolff, insieme ad Aldo Costa si è classificato all’85esimo posto mentre Joe Bastianich ha chiuso al 277esimo posto sulle 450 vetture partite da Brescia giovedì 18 maggio. Durante i 4 giorni di gara gli equipaggi hanno attraversato 200 comuni per un totale di oltre 40 ore di guida, mentre a causa delle difficili condizioni meteo e dell’impegnativo percorso ci sono stati circa 60 ritiri.

Dopo la partenza a Brescia, la carovana ha toccato le sponde del Lago di Garda, città come Verona e Vicenza per poi concludere a Padova la prima tappa. Venerdì 19 maggio si è passati da Ferrara, Ravenna, Repubblica di San Marino, Urbino, Gubbio, Perugia e Terni, per arrivare a Roma in serata.  Sabato 20, il percorso ha attraversato Ronciglione, Viterbo, Radicofani e Siena, con l’irrinunciabile passaggio a Piazza del Campo. Da qui la Freccia Rossa è salita verso Nord passando a Montecatini Terme e Pistoia, attraversando gli Appennini lungo il Passo dell’Abetone, per poi transitare da Reggio Emilia a Modena. La terza tappa si è conclusa a Brescia,  dopo i passaggi da Cremona e Mantova.

“Per la Mille Miglia questa è una giornata memorabile, perché segna la conclusione delle entusiasmanti celebrazioni per i 90 anni della Freccia Rossa – ha dichiarato Alberto Piantoni, amministratore delegato di 1000 Miglia Srl – “La Mille Miglia si conferma oggi più che mai una non solo una manifestazione importantissima per l’Italia dei motori, ma un biglietto da visita di portata internazionale per il Paese della bellezza. Voglio ringraziare tutte le persone coinvolte nell’organizzazione, indispensabili per il successo della manifestazione e gli sponsor che condividono la nostra passione”.