Lexus ha vinto il premio “Best Entertaining” nella competizione Milano Design Award 2015 grazie alla sua installazione “Lexus – A Journey of the Senses” presentata durante la Milano Desing Week, il più grande evento mondiale dedicato al design. Lexus è diventata così la prima casa automobilistica a vincere questo importante riconoscimento. Giunto alla quinta edizione e organizzato dall’associazione culturale Elita, il Milano Design Award è l’unico premio ufficiale dedicato alle creazioni della Milano Design Week e viene assegnato sia alle migliori installazioni, nel loro complesso, che ai vincitori individuali delle cinque categorie (Entertaining, Tech, Sound, Impact, Ecommerce). I vincitori vengono scelti tra tutti gli espositori presenti alla Milano Design Week nei vari quartieri della città.

Il “Best Entertaining” premia il progetto che “meglio riesce a coinvolgere il pubblico in una particolare dimensione di intrattenimento culturale e/o ricreativo”. Con “Lexus – A Journey of the Senses”, l’installazione ha offerto ai visitatori un’ampia gamma di esperienze sensoriali, sottolineando l’importanza che hanno per la casa premium nipponica i sensi e le esperienze da essi generate in tutto il processo di creazione. L’installazione era suddivisa in 3 zone distinte: una prima parte, ricca di luci e suoni, in cui era esposto il nuovo concept Lexus LF-SA, una seconda area dedicata ai finalisti e al vincitore del Lexus Design Award 2015 ed infine, una successione di tre bozzoli costituiti da un intricato reticolo, chiamati “Rain”, “Wood” e “Earth”. L’installazione è stata progettata da due artisti di fama internazionale: lo space designer Philippe Nigro e lo chef Hajime Yoneda, che ha completato con il gusto il viaggio sensoriale dei visitatori.

Nei sei giorni in cui è stata aperta al pubblico, dal 14 al 19 aprile presso La Torneria in via Tortona 32 a Milano, l’installazione di Lexus è stata visitata da 50.000 persone. Un video di due minuti, una sorta di percorso virtuale ed interattivo, è ora disponibile a questo link.