UPDATE 30 dicembre ore 11.00 : Schumacher ha movimenti spontanei ma non risponde alle domande. Per i medici la situazione è giudicata critica. Al momento attuale lo staff medico non può esprimersi oltre e non si può dare ancora una prognosi. Malgrado il casco Schumacher ha lesioni gravi.

UPDATE 30 dicembre ore 7.30: Michael Schumacher è stato operato una seconda volta all’ospedale di Grenoble, la notte scorsa. Lo riferisce l’edizione online del quotidiano francese Le Dauphiné Liberé. Da Parigi è arrivato a Grenoble anche il professor Gerard Saillant, chirurgo e fondatore dell’Istituto del Cervello, che aveva operato Schumacher già dopo l’incidente sulla pista di Silverstone, nel 1999.

Sono ancora gravi le condizioni di Michael Schumacher: il pluricampione del mondo di F1 dopo l’incidente occorsogli nella mattinata di ieri, 29 dicembre, mentre sciava in Alta Savoia, a Meribel (ne avevamo parlato qui), è  ricoverato all’ospedale Chu di Grenoble, dove è stato operato d’urgenza per un trauma cranico inizialmente non considerato di grossa entità, e ora in stato di coma da diverse ore.

A fare chiarezza sulla ridda di voci inseguitesi per tutta la giornata è arrivato in tarda serata il comunicato diffuso dal centro ospedaliero universitario dove nel frattempo l’ex ferrarista era stato ricoverato, dopo il trasporto in elicottero, proveniente dalla struttura di Moutiers, in Savoia: ”è in condizioni critiche”. ”Al suo arrivo qui soffriva di un trauma cranico grave, con coma – aggiungeva la nota – e per questo si è reso immediatamente necessario un intervento neurochirurgico. Le sue condizioni rimangono critiche” (qui ulteriori dettagli).

La sua portavoce, Sabine Kehm, che non era con il Kaiser durante il fuori pista avvenuto con il figlio 14enne, ha comunicato: ”Michael ha sbattuto la testa contro una roccia, ma portava il casco; ora i medici si stanno occupando di lui con professionalità. Vi chiediamo di comprendere che non possiamo fornire in continuazione informazioni sul suo stato di salute”.

(Foto by InfoPhoto)