La nuova Mercedes SLC porta con sé la preziosa eredità della SLK, lanciata nel 1996 e venduta in tutto il mondo in oltre 670.000 esemplari. Nel nome di una strategia che mira a una semplificazione per il cliente finale, la cabrio-coupè della Stella cambia nome e si mostra con un nuovo look offrendo una gamma che spazia dalla SLC 250 d, potente ma parca nei consumi, alla sportiva Mercedes-AMG SLC 43. Un restyling comunque importante in cui i designer Mercedes-Benz hanno affinato l’estetica sportiva della fortunata roadster ottimizzando in particolare il nuovo frontale, sul quale la ripida mascherina del radiatore allunga la forma a freccia del cofano motore.

Tutte le Mercedes SLC sono dotate di serie di griglia del radiatore a diamante, già introdotta sulla nuova Mercedes SL. Dal punto di vista estetico sono particolarmente caratterizzanti la griglia del radiatore a diamante e l’Intelligent Light System con tecnologia LED in grado di ottimizzare il fascio luminoso, migliorando la visibilità grazie all’High Beam Assist e agli abbaglianti automatici che garantiscono la massima potenza di illuminazione senza disturbare i veicoli che si incrociano. Oltre ai fascioni ridisegnati, sono inediti anche i cerchi in lega ristilizzati, disponibili nelle misure comprese fra 16 e 18 pollici. Cambiano anche le grafiche degli strumenti interni, lo schermo a centro plancia passa da 5,8 a 7 pollici mentre debutta l’impianto multimediale Comand Online e il sistema Dynamic Select, per selezionare una tra le cinque modalità di guida.

A livello di motorizzazioni il V8 va in pensione lasciando spazio ai nuovi V6: sulla Mercedes SLC fa il suo debutto il nuovo modello SLC 180 da 156 CV, capace di uno 0-100 km/h in 7,9 secondi e con un consumo nel ciclo combinato di 5,6 l/100 km ed emissioni di CO2 di 127 g/km. Seguono la SLC 200 184 CV e la SLC 300 da 245 CV, entrambe con motore quattro cilindri da 1.991 cm3. Se si cerca una maggiore efficienza c’è il modello diesel SLC 250 d da 204 CV e 500 Nm, con un valore di emissioni di CO2 di 114 g/km. Per la Mercedes-AMG SLC 43 il motore biturbo V6 da 3 litri eroga una potenza di 367 CV e una coppia di 520 Nm ad una versione modificata del già noto assetto sportivo utilizzato sulla Mercedes-AMG SLK 55 per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi. SLC 250 d, SLC 300 ed SLC 43 dispongono di serie delcambio automatico sportivo con convertitore di coppia 9G-TRONIC, che è invece disponibile a richiesta per la nuova SLC 180 da 156 CV e per la SLC 200.

La capote ora si può aprire e chiude anche quando l’auto è in movimento, fino ai di 40 km/h. Con il restyling, fanno il loro debutto numerosi sistemi per l’assistenza alla guida, come il Collision Prevention Assist Plus. I prezzi della nuova Mercedes SLC saranno resi noti a partire da metà gennaio 2016, quando la vettura verrà esposta al Salone di Detroit. In quei giorni sarà anche possibile effettuare le prime prenotazioni.