Quale scenario migliore del salone di Los Angeles per il debutto della Mercedes SL restyling? La scoperta di punta della Casa tedesca si svela negli USA, dove sicuramente è apprezzata per via delle sue qualità stradali, della linea e di un comfort da riferimento.

A livello di stile, i cambiamenti maggiori hanno interessato il frontale, che si allinea con il family feeling dei modelli Mercedes e prende spunto da quello della AMG GT. Infatti non è difficile riconoscere diversi elementi che la ricordano.

In particolare, sono cambiati i gruppi ottici, la calandra ed il paraurti. L’elemento che la contraddistingue da sempre, ovvero il tetto ripiegabile in metallo, con cui può trasformarsi rapidamente in una coupè è rimasto, contrariamente alla scelta della capote in tela attuata dalle concorrenti.

Adesso, sia l’apertura che la chiusura possono avvenire in movimento, fino alla velocità di 40 km/h e, chiaramente, è disponibile il sistema Magic Sky, che consente l’oscuramento automatico del cristallo del tetto quando l’auto è a capote chiusa.

Per quanto riguarda i motori, troviamo sotto il cofano della roadster della Stella a Tre Punte il V6 3 litri da 367 CV, montato sulla SL 400; il classico V8 da 4,7 litri per una potenza di 455 CV, per la SL 500; il V8 biturbo 5.5 capace di 585 CV sulla SL 63 AMG; ed il V12 6.0 biturbo da che arriva a ben 630 CV sulla SL 65 AMG.

Mentre i primi due propulsori sono abbinati ad un nuovo cambio automatico a nove rapporti, il 9G-Tronic, le versioni griffate AMG presentano una trasmissione AMG Speedshift MCT a 7 rapporti. Ma non è tutto, le SL più performanti possono fregiarsi anche del differenziale posteriore autobloccante, indispensabile per sfruttare al meglio i tanti cavalli, e dell’Active Body Control per gestire l’assetto.

Inoltre, per quanto riguarda i modelli Mercedes SL 400 ed SL 500 c’è la possibilità di avere il Dynamic Select, per variare la reattività di sterzo, motore e cambio, in base alle situazioni di guida, ed il controllo elettronico dell’assetto che, volendo, può essere dotato anche della funzione “Curve” con cui la vettura annulla il fastidioso fenomeno del rollio.