La Mercedes approda sui campi da golf con una vettura dedicata agli spostamenti sul green, in quanto, secondo la Casa della Stella a Tre Punte, mentre il golf si è evoluto fino a diventare un moderno sport premium, le golf cart sono rimaste quasi immutate per decenni. Così, dopo essersi rivolta a tutti gli appassionati di golf e delle quattro ruote a livello mondiale, affinché presentassero idee e proposte per realizzare una Mercedes-Benz Golf Car del futuro, i numerosi input ricevuti hanno messo in luce la necessità di realizzare una golf cart al passo con i tempi. Una nuova sfida, che ha significato colmare un gap nel processo evolutivo, che stagnava ormai da decenni.

Le proposte più interessanti ricevute nell’ambito di questo concorso di design hanno fornito lo spunto per sviluppare la nuova golf cart firmata Mercedes-Benz Style. Nello stesso tempo, Garia, il produttore di golf cart, ha fornito la base tecnica per lo sviluppo della golf cart, mentre il relativo modello di business è stato realizzato da Daimler Think & Act Tank Business Innovation.

Quindi, la nuova Mercedes-Benz Style Edition Garia Golf cart in versione showcar si differenzia nettamente dalle solite golf cart per via dell’ampio parabrezza convesso, del tetto in fibra di carbonio, e del piccolo spoiler posteriore, che funge da supporto per le sacche da golf. Inoltre, un touchpad integrato, con diagonale dello schermo da 10,1 pollici ad alta risoluzione da 2.560 x 1.600 pixel, visualizza graficamente nella parte superiore più piccola le informazioni disponibili sul veicolo, quali, ad esempio, l’autonomia residua, la velocità di marcia, il consumo di corrente istantaneo o l’inserimento del freno di parcheggio. Completano il quadro un frigorifero sotto la panchetta ed uno scomparto sotto il quadro strumenti per riporre le palline da golf.

A livello tecnico, questo veicolo è così evoluto che negli Stati Uniti potrebbe ottenere l’omologazione per circolare su strada. Lungo 2.350, largo 1.200 e alto 1.720 millimetri, vanta un diametro di sterzata ridotto e pari ad appena 5,2 metri. Sotto pelle troviamo un motore elettrico da 3 kW di potenza che, per un breve lasso di tempo, può mettere a disposizione fino a 11 kW. Si tratta di una potenza che consente alla Golf car di raggiungere una velocità massima limitata di 30 km/h per un’autonomia di 80 chilometri. La batteria è agli ioni di litio e si ricarica in sei ore.

Al momento, è previsto che Garia produrrà solo due esemplari funzionanti della showcar, mentre la produzione di serie terrà conto del feedback del mercato e dei potenziali Clienti.