La Mercedes, dopo l’ottima prestazione ottenuta a Shanghai sia in fase di pole position che in gara, ha subito un ridimensionamento durante la gara in Bahrain, portando comunque a casa la bellezza di 11 punti.

Rosberg ha vinto in Cina ma sapeva già di non poter bissare anche in Bahrain. Eppure ha rimediato un quinto posto di tutto rispetto grazie ad un’aggressività che gli osservatori in alcuni casi hanno definito anche eccessiva. Il compagno di squadra con una rimonta da antologia è arrivato in decima posizione.

Sia Rosberg che Schumacher hanno fatto tre soste e in questo modo non hanno potuto sfruttare a pieno le gomme nuove a discapito degli avversari. Purtroppo sono rimaste ingolfate spesso nel traffico in pista. Di fatto la casa di Stoccarda mostra un netto miglioramento rispetto all’inizio della stagione.

La partenza di Rosberg dalla quinta posizione non è stata affatto esaltante. Superato a destra e a sinistra ha poi corso all’inseguimento delle Ferrari. Alla fine – costringendo Hamilton ed Alonso a manovre un po’ pericolose – ha recuperato terreno ed ha chiuso nella stessa posizione in cui era partito.

Schumacher, ai microfoni dei giornalisti spiega di dover ancora adattare il suo stile di guida agli pneumatici, ma in attesa degli appuntamenti a Barcellona e al Mugello, la squadra potrà calibrare meglio le performance.