Il prototipo più raro di Mercedes in circolazione è stato restaurato, disassemblato pezzo per pezzo fino a portare alla luce una seconda versione della vettura che farà commuovere gli appassionati. L’occasione è quella dell’anniversario della SL che compie ben 60 anni. Una ricorrenza che sarà celebrata proprio nel 2012 e per la quale la casa madre, l’azienda automobilistica di Stoccarda, ha pensato di restaurare la 300 SL con il telaio numero 2.

Si tratta di una vettura costruita tra il 1951 e il 1952, con il numero di telaio 194010 00002/52. Probabilmente è il modello più antico in circolazione nel mondo e anche il restauro non è stato semplice: la vettura è stata disassemblata interamente nel Mercedes-Benz Classic Centre a Fellbach.

Ogni pezzo è stato analizzato e poi restaurato tenendo conto che l’obiettivo era proprio quello di mantenere uno standard alto dal punto di vista qualitativo, nel rispetto dell’autenticità del modello.

Chi già negli anni Cinquanta ha saputo apprezzare il modello, sa che è riuscito a guadagnarsi un posto d’onore anche nelle competizioni motoristiche. La 300 SL da corsa ha iniziato la sua carriera nel circuito Solitude, poi ha fatto rombare il motore a Nurburgring e Hockenheimring.

Poi la presentazione alla stampa che ha lasciato a bocca aperta giornalisti e appassionati, nel marzo del 1952, con la prova in autostrada.