Così come aveva già dimostrato Michael Schumacher, la Mercedes ha voglia di far bene quest’anno anche se a Jerez, la squadra è scesa in pista con la vettura del 2011, senza gli scarichi modificati come da regolamento ma con un agguerritissimo Nico Rosberg. Nella terza giornata di test a Jerez de la Frontera, la Mercedes ha provato ancora una volta a distinguersi. Peccato che sul circuito spagnolo la scuderia tedesca sia arrivata con la vettura del 2011. Di fatto c’è molto entusiasmo per i piloti.

Sia Schumacher che Nico Rosberg hanno saputo fare bene. Dopo l’ex campione del mondo è stata la volta di Nico Rosberg che è sfrecciato davanti a tutti alla fine della terza giornata fermando il cronometro sul 1’17”613 dopo 118 giri di “prova”.

Dietro di lui uno stupendo Grosjean che ha sfilato sul traguardo con la Lotus E20, che possiamo definire la prima in classifica tra le “nuove” monoposto.

Il pilota francese è riuscito ad essere meglio di campioni del calibro di Vettel ed Hamilton. L’iridato della Red Bull, a bordo della sua RB8 è stato più lento di otto decimi. Forse è vero quanto osserva Trulli sui test, che sono falsati dagli studi che le squadre compiono sugli avversari.

Subito dietro, di altri 167 millesimi di secondo più lontano, Hamilton a bordo della MP4-27.