L’esperienza di Schumacher e il talento costruito a tavolino di Rosberg, uniti ad una macchina che ha fatto scuola durante la sessione di test, sembravano all’inizio della stagione il mix giusto per fare della Mercedes la squadra outsider.

Invece continuano le delusioni per i tecnici di Stoccarda.

Per la Mercedes si parla ancora di delusione. Un’altra gara è stata archiviata portando a casa soltanto sei punti che derivano dal settimo posto di Rosberg. Schumacher, come abbiamo avuto modo di dire in altre occasioni, infatti, ha tamponato dopo pochi giri mettendo fuori gioco anche Senna.

Ma mentre la Williams si è riscattata con il primo posto di Maldonado, la Mercedes non ha gioito altrettanto, dovendosi accontentare del settimo piazzamento di Rosberg.

Il tedesco era anche partito bene guadagnando subito delle posizioni importanti fino a raggiungere la quarta posizione. Poi i pit-stop l’hanno messo KO, come anche molti suoi avversari. Le gomme morbide hanno rallentato Rosberg assorbito nel gruppetto di centro con Vettel, Button e Kobayashi.

Schumacher ha dimostrato che montando le gomme morbide la sua macchina va veramente veloce. Forse anche troppo visto che il sette volte campione del mondo, tornato in pista, non è riuscito a calcolare i tempi di frenata ed è finito addosso a Senna.