La Mercedes non è stata molto fortunata a performante nell’ultimo gran premio. Così come Vettel, anche Schumacher correva in casa, eppure il sette volte campione del mondo, non è riuscito a trovare il ritmo giusto.

Schumacher e Rosberg, stavolta, non hanno saputo tenere alto il nome della Mercedes: le premesse non erano delle migliori, i tifosi lo sapevano bene, perché la W03 non è adatta a quel circuito. Schumacher pensava di dover inseguire Rosberg, ma anche il giovane tedesco non ha brillato.

Il Kaiser ha perso ben quattro posizioni: era partito dalla terza piazza in griglia e si è ritrovato a tagliare il traguardo da settimo. È andato a punti ed ha fatto segnare il giro più veloce. Rosberg invece, ha portato a Stoccarda un misero punticino e tutti si aspettavano l’exploit.

La strategia delle tre soste con due run sulle gomme option non è risultata vincente. Si puntava troppo sulla perdita di prestazioni negli pneumatici degli avversari, ma bisognava anche abbinare a questo aspetto un attacco ai vertici della gara.

Schumacher, molto dispiaciuto, ha dichiarato:

Ci sono modi migliori di terminare la tua gara di casa rispetto allo scivolare in settima posizione partendo terzo. Ho tirato fuori tutto quello che potevo dalla macchina, ma, sfortunatamente, questo era il massimo che potevamo fare oggi. È un peccato perché mi sarebbe piaciuto dare qualcosa di più a tutti i nostri colleghi della Mercedes-Benz che erano qui a sostenerci oggi.