La Mercedes Classe S 500 hybrid è il terzo modello ibrido della nuova Classe S dopo la S 400 h e la S 300 h. In occasione del #ChristmasTestDrive organizzato da Mercedes-Benz Italia, da Stoccarda a Milano, abbiamo avuto l’occasione di viaggiare a bordo dell’ammiraglia della Stella e della Classe C 300 h (qui il test drive). La S500 hybrid ha colpito per il comfort e il lusso degli interni ma anche per l’agilità e i consumi, decisamente bassi per un mezzo che pesa ben 2,2 tonnellate.

La vista laterale della berlina a passo lungo trasmette la sensazione di eleganza e non è da meno il frontale, costituito dalla classica calandra di ampie dimensioni con le quattro lamelle. Spicca poi la stella a tre punte Mercedes montata sul cofano, storico marchio di fabbrica. La griglia è incorniciata dalle cromature insieme al diffusore aerodinamico, un disegno che si ripropone al posteriore dove i gruppi ottici con fari Led completamente avvolti dalla carrozzeria.

La livrea elegante della Mercedes Classe S 500 hybrid nasconde un motore in grado di erogare complessivamente 442 CV: il propulsore endotermico è infatti un poderoso 3.0 V6 biturbo a benzina da 333 CV e 480 Nm, mentre quello elettrico genera la bellezza di 115 CV e 340 Nm. La coppia complessiva sale quindi a 650 Nm, per un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 5,2 s e un’autonomia di 33 km a trazione interamente elettrica. Prestazioni sportive per un consumo dichiarato di 2,8 l/100 km ed emissioni di CO2 di 65 g/km. In città non è stato difficile superare i 15 km/l mentre in autostrada i consumi salgono leggermente ma con un po’ di carica della batteria, si può percorrere qualche km solo in regime zero emissioni (33 km l’autonomia esclusivamente elettrica).

La batteria della Mercedes Classe S 500 hybrid è agli ioni di litio del tipo litio-ferro-fosfato per una capacità complessiva di 8,7 kWh, un peso totale di 114 kg e un volume di 96 l. Per privilegiare la sicurezza nelle collisioni, la dinamica di marcia e il volume del bagagliaio, la batteria dispone di un alloggiamento in alluminio pressofuso ed è installata nella coda della vettura, sopra l’asse posteriore. Lo spazio disponibile non manca come dimostra il volume del bagagliaio (395 l contro i 560 l della versione dotata di solo motore termico) e la sua buona accessibilità.

La batteria si ricarica esternamente per mezzo di una presa di ricarica installata sul lato destro del paraurti posteriore. Si può ricaricare dalla rete elettrica esterna per mezzo di un caricabatterie di bordo da 3,6 kw e dotato di dispositivo automatico di bloccaggio. Il tempo di ricarica è di due ore con una wallbox oppure una colonnina di ricarica (400 V, 16 A) mentre con una presa di corrente domestica, a seconda del tipo di collegamento, ci vogliono circa tre ore. Non da ultimo, Mercedes per la prima volta rilascia un certificato per la batteria ad alta tensione e i componenti plug-in in cui si impegna a rimuovere qualsiasi difetto tecnico nei primi sei anni o entro i 100.000 chilometri.

La trasmissione ibrida si basa sul cambio automatico a 7 rapporti 7G-TRONIC PLUS preciso e puntuale nei passaggi di marcia. Nonostante le dimensioni imponenti, la Mercedes Classe S 500 hybrid non richiede una guida impegnativa grazie a uno sterzo preciso. Quasi impercettibile l’attivazione e la disattivazione dei due motori mentre le sospensioni pneumatiche assolvono in pieno la loro funzione e offrono un’ottima tenuta di strada anche in curva a velocità elevate.

Durante il viaggio si può scegliere come combinare in modo ideale l’azione del motore a combustione interna con quella del motore elettrico in base a quattro modalità di esercizio e tre programmi di marcia oltre alla gestione in funzione del traffico con l’ausilio del radar. Durante la marcia a trazione elettrica, l’acceleratore tattile permette al guidatore di capire qual è il punto di inserimento del motore a combustione interna. In tutte le modalità di esercizio, il guidatore può richiedere la visualizzazione del flusso di energia nella strumentazione e sul display centrale, il classico Comand On Line con un intuitivo navigatore 3D che ha quasi le stesse dimensioni del cruscotto, una diagonale da 12,3 pollici in formato 8:3.

Il listino della Mercedes Classe S 500 hybrid parte da 119.300 euro con due ricchi allestimenti: Premium e Maximum. La dotazione di serie della prima versione comprende, fari LED High Performance e gruppi ottici posteriori a LED, rivestimenti in pelle, Comand Online, touchpad, climatizzatore automatico e sedili elettrici e riscaldati anche per il vano posteriore. Presente anche la funzione di pre-climatizzazione ampliata, per attivare il “clima” prima di entrare in auto utilizzando il servizio Mercedes connect me. A questi si aggiungono un pacchetto Memory per i sedili anteriori, luci soffuse ‘ambient’ in sette tonalità, assetto con sospensioni pneumatiche Airmatic con regolazione continua dello smorzamento e funzione di parcheggio automatico. La versione Maximum aggiunge la funzione massaggio per i sedili e ulteriori dispositivi di assistenza alla guida come il Night View Assist, e la frenata automatica.

L’insonorizzazione è notevole come la comodità dei posti dietro: il divano ricorda la poltrona di casa e anche i più alti non avranno problemi di spazio con la chicca Mercedes con chaise longue per chi siede sul lato destro. Il resto lo fanno due tavolini estraibili (nella configurazione a quattro posti), il largo poggiagomiti e i monitor appesi ai poggiatesta posteriori. Mercedes Classe S 500 hybrid è un ottimo mix di tecnologia, comfort, sportività e sicurezza. Il dilemma sarà solo se godersi l’abitacolo o sfruttare la cavalleria dei due motori.